Un momento dell'iniziativa

Il progetto didattico lanciato dalla San Giuseppe ha permesso ai piccoli di 5 anni di esplorare il paese durante una caccia al tesoro del tutto inedita

Un progetto innovativo che parte dalla scoperta degli angoli meno noti della città per far evolvere le potenzialità dei bambini.

Le maestre della scuola dell’infanzia San Giuseppe hanno utilizzato proprio il viaggio come trampolino di lancio per creare possibilità di crescita, emotiva e cognitiva dei loro piccoli alunni.

“Uno dei viaggi più ‘preziosi’ svolto quest’anno – raccontano le educatrici Sara e Isabella della Sezione dei ‘Rossi’ – è stato quello lungo le vie di Castel Bolognese, che è il paese in cui viviamo e di cui vogliamo che i nostri bimbi si sentano cittadini a pieno titolo.” In occasione dei 110 anni dalla nascita di Angelo Biancini, famoso artista locale, le educatrici hanno allestito una caccia al tesoro alla ricerca delle opere d’arte di Angelo Biancini. L’iniziativa ha permesso a ogni bambino di vivere una nuova esperienza divertente e interessante. Il loro entusiasmo è stato così tanto che nel fine settimana hanno coinvolto le famiglie. “Oltre a questo – continuano  le educatrici – la scuola paritaria ha proposto ai bambini una giornata con il ceramista Cesare Boschi che li ha avvicinati all’arte della manipolazione dell’argilla e della decorazione permettendo ad ogni bimbo di sentirsi un piccolo artista tanto che qualcuno ha provato anche a riprodurre le opere di Biancini”.  L’iniziativa ha ricevuto il plauso dell’amministrazione.  “Il progetto dalla scuola San Giuseppe ha una notevole valenza perché sollecita la naturale curiosità dei bambini riguardo a ciò che li circonda – ha commentato Linda Caroli, assessora ai servizi educativi e per l’infanzia. “Nei giorni scorsi ho incontrato il gruppo dei piccoli cittadini proprio nel chiostro della residenza comunale e l’occasione si è rivelata preziosa per condividere con i bambini il senso e la storia del Palazzo comunale e della bandiera italiana. Non sono mancate domande, osservazioni intelligenti e l’entusiasmo per questa nuova e preziosa esperienza. Vorrei ringraziare a nome dell’amministrazione comunale la scuola San Giuseppe e le docenti per l’attenzione che sempre pongono in questi progetti culturali e di cura del territorio” .