Durante l’incontro saranno presentati anche gli speciali itinerari cicloturistici di “Romagna Touring Slow”

E’ in programma per giovedì 21 agosto 2014, alle ore 21, a Cervia, nel Piazzale Maffei, antistante la Torre San Michele l’incontro culturale di Borgomarina Vetrina di Romagna. La serata è dedicata a “Cervia e la bicicletta.  Storia, tradizioni, eventi e cultura. Relatore sarà Renato Lombardi. Nel corso della serata verrà presentata l’iniziativa “Romagna Touring Slow – scoprire la Romagna in bici” con l’intervento di Pier Luigi Bazzocchi, Console del Touring Club dell’Emila- Romagna. L’incontro è promosso con la collaborazione di Cervia Turismo e del Touring Club.

 

“L’iniziativa costituirà l’occasione di rivisitare dal punto di vista storico l’evoluzione dell’utilizzo della bicicletta, da mezzo di trasporto, dapprima per ristrette cerchie di famiglie abbienti, e poi, via via, nel corso dei primi decenni del Novecento, come strumento importante per favorire la mobilità delle persone e l’emancipazione sociale e del mondo del lavoro – spiega l’amministrazione comunale –  Ricordiamo l’uso della bicicletta da parte dei salinari, che si spostavano in salina per le varie fasi di produzione del sale ,ma anche l’uso  da parte dei Finanzieri preposti al controllo sul contrabbando del sale. Pensiamo ai braccianti che andavano nei campi per i lavori agricoli, o ai muratori di Cannuzzo che si recavano nei luoghi dove venivano costruiti gli edifici del nascente turismo.

 

E che dire delle pescivendole che potevano arrivare con le loro biciclette fino a Forlì per la vendita del pesce. La bicicletta viene vista anche come mezzo per le attività sportive e del tempo libero. Come non pensare allora alle gite in pineta di inizio secoli, per le tradizionali merende in occasione della Festa di San Giuseppe e della Domenica in Albis.  

Dal punto di vista sportivo a Cervia la passione della bicicletta era già viva negli anni precedenti il secondo conflitto mondiale e corridori come Aldino Zanelli, Elio Maldini, Elvino Siboni e Doro Morigi avevano già ottenuto risultati di prestigio. Nei primi anni del Novecento era stata costituita a Cervia la Società Velocipedistica Cervese. Fa un certo effetto vedere come si organizzasse allora la ‘Corsa Ciclistica di Resistenza 40 Kilometri – Cervia Ravenna e viceversa’.

 

Altri tempi, altri mezzi ed altre strade – continua l’amministrazione – Nel luglio 1938 si svolse a Milano Marittima un’importante prova in preparazione dei Campionati del Mondo Dilettanti di ciclismo, vinta da Doro Morigi. Il 9 gennaio 1959 veniva fondata la Società Ciclistica Aquilotti Cervia, capofila delle associazioni ciclistiche cervesi, che nel corso di alcuni decenni, oltre ad attività sportive ha realizzato itinerari di cicloturismo, attività per i bambini delle scuole primarie e grandi eventi.

 

Cervia è stata per 3 volte sede di tappa del Giro d’Italia, nel 1955, 1985 e 1997, con vincitori rispettivamente: il faentino Minardi, l’olandese Franck Hoste e il velocista Mario Cipollini. Nel corso degli ultimi anni c’è stata la scoperta del binomio turismo-bicicletta. Nel 1992, a cura di Otello Brunelli, è stata realizzata la pubblicazione “Pedalare dall’Adriatico all’Appennino”, con l’indicazione di una serie di itinerari cicloturistici, per i turisti amanti della bicicletta ospiti di Cervia. La Società Ciclistica Aquilotti ha stimolato il Comune di Cervia a realizzare nuove piste ciclabili. A cura del suo presidente Massimo Carli è stata fatta la proposta, accolta dalla Commissione per la Toponomastica, di dedicare a note figure di ciclisti le piste ciclabili cervesi.

 

Un altro grande evento, organizzato dagli ‘Aquilotti’ è stata la Pedalonga, che aveva come itinerario principale: Milano – Milano Marittima, ma che partì anche da Trento, Trieste, Bergamo, Castellania. La “pedalonga” si svolse dal 1979 al 1989 ed ebbe un grande rilievo promozionale. Del 1985 è la grande mostra ‘La bicicletta ieri e oggi’ realizzata dall’A:I:C:S: nazionale nel Magazzino del sale Torre in occasione del Giro d’Italia.

Tra i grandi eventi cervesi di maggior richiamo degli ultimi anni vi è la Gran Fondo di Sportur denominata ‘Sull’antica via del sale’, avviata nel 1997, che porta a Cervia migliaia di cicloturisti e valorizza sempre il binomio turismo e sport. Si parte dal presupposto che la bicicletta è salute, è vita, è cultura e scoperta del territorio.

Tra gli amanti della bicicletta particolarmente legati a Cervia vi furono personaggi del mondo della cultura e della società civile: Aldo Spallicci, la dottoressa Isotta Gervasi, Giovannino Guareschi, Max David e il grande poeta Tolmino Baldassari.

Oggi a Cervia operano 12 società ciclistiche – continua il Comune – Centinaia sono gli appassionati che praticano cicloturismo. E’ una realtà importante di aggregazione, che è si sportiva, ma che presenta anche risvolti sociali e civili.

 

Nel corso della serata del 21 agosto, Pier Luigi Bazzocchi presenterà ‘Romagna Touring Slow’, un progetto elaborato dal protocollo d’intesa ‘Una Certa Romagna’ (fra i comuni di Cesena, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di Romagna, Verghereto, Longiano, Montiano, Sogliano al R., Savignano sul R., Roncofreddo, Bertinoro e Forlimpopoli e il Club di Prodotto Cesenatico Holidays), il comune di Cervia e Cervia Turismo. Questo progetto intende valorizzare le possibilità di offerta turistica integrata che comprendano questa vasta parte del territorio romagnolo contraddistinta da una grande varietà di possibili mete dal mare ai monti.

 

La proposta fa riferimento alle importanti e numerose eccellenze storiche, artistiche e ambientali che punteggiano i luoghi compresi all’interno del territorio dei comuni che aderiscono al progetto.

Un’offerta quindi che si inserisce nel modello definito di turismo lento o slow che unisce i valori culturali e storici a quelli di un’ospitalità calorosa e dei piaceri di una enogastronomia di assoluta qualità molto legata alla tipicità territoriale.

‘Romagna Touring Slow’ – conclude l’amministrazione – è alla prima edizione nel 2014, con una serie di importanti iniziative di cicloturismo. Verrà inoltre organizzato un convegno nazionale in collaborazione con il Touring Club Italiano sul turismo slow che avrà luogo presso gli storici Magazzini del Sale di Cervia. Nello stesso luogo dal 19 al 21 settembre sarà allestita “La Rigida” mostra sul ciclo turismo e la bicicletta vintage”.

 

L’iniziativa Borgomarina Vetrina di Romagna è promossa dal Consorzio Cervia Centro, in collaborazione con le locali Associazioni di categoria (Confcommercio/ASCOM, Confesercenti, CNA e Confartigianato)  e con il Comune di Cervia.