Un avviso pubblico per la presentazione delle domande

Individuati gli indirizzi da adottare per l’assegnazione

Su proposta del Sindaco, il Coordinamento del Volontariato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Cervia ha attivato un conto corrente per raccogliere fondi a favore di persone che si trovano in urgente difficoltà economica.

L’amministrazione comunale in accordo con il Coordinamento della Consulta ha definito gli indirizzi da adottare riguardo le procedure per la distribuzione dei fondi raccolti, i requisiti che dovranno essere posseduti dai richiedenti,  i criteri di priorità da applicare nell’individuazione dei beneficiari.

Sarà possibile presentare domanda per la distribuzione di tali fondi a partire da lunedì 4 maggio, data di apertura ufficiale della procedura.

L’Avviso Pubblico contenente ogni indicazione necessaria per la presentazione delle richieste da parte degli interessati è già consultabile sul sito del comune di Cervia in: il comune-bandi e selezioni varie.

Le procedure

L’assegnazione dei contributi avviene sulla base delle richieste presentate da apposito avviso. Le richieste sono vagliate sulla base dei requisiti richiesti e ordinate in graduatoria sulla base di criteri di priorità. Le valutazioni sono fatte da apposita commissione mista composta da rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e del Coordinamento della Consulta del Volontariato. I fondi sono distribuiti secondo l’ordine della graduatoria con una misura fissa pari a € 500,00. L’erogazione effettiva a favore dei beneficiari è disposta direttamente da parte del Coordinamento della Consulta del Volontariato.

I  requisiti

I fondi sono a favore dei residenti nel territorio di Cervia che si trovano in condizioni di difficoltà economica per pagamenti di affitti di immobili e/o di bollette di gas-luce-acqua con scadenza nel periodo tra il mese di marzo 2020 e la data di pubblicazione dell’avviso dell’amministrazione. Non devono avere inadempienze di pagamenti di affitti e bollette prima del periodo precedente a quello dell’emergenza (ovvero fino al mese di febbraio 2020). Le condizioni di difficoltà economica devono essere causate da: sospensione dell’attività autonoma (commerciale, artigianale, professionale); sospensione/cessazione/mancata attivazione di rapporto di lavoro subordinato; altri gravi motivi da specificare. Non devono disporre di risorse finanziarie (c/c, depositi, investimenti finanziari) superiori ad un limite massimo che è definito nell’avviso.

I criteri di priorità

Hanno priorità le richieste di coloro che non hanno già altri sostegni pubblico (es. cassa integrazione, stipendi, pensioni varie, reddito di cittadinanza, ecc,). Le richieste presentate da nuclei familiari che hanno già un sostegno pubblico sono ordinate in modo inversamente proporzionale rispetto al valore del sostegno di cui già usufruiscono.

Si ricorda che la campagna donazioni continua e  i versamenti si possono fare sul conto corrente intestato a Coordinamento del Volontariato di Cervia IBAN   IT 20 N 08852 23600 004010282698 presso RomagnaBanca Credito Cooperativo. Per i versamenti si chiede di privilegiare le modalità telematiche.

Per informazioni relative alla presentazione delle domande e alla compilazione del modulo è possibile rivolgersi telefonicamente:  al Servizio Cervia Informa il lunedì/martedì/giovedì/venerdì dalle 8,30 alle 13,00 ed il giovedì dalle 15,00 alle 17,00 (telefono 0544979350); al mobile 329-2104995 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e il martedì e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17).