L’iniziativa, gratuita, si svolgerà sabato 11 giugno alle 10.30 a villa Verlicchi

Sabato 11 giugno alle 10.30a villa Verlicchi di Lavezzola, in via Pasi 2, ci sarà un incontro gratuito aperto al pubblico nell’ambito di «Perché fai questo mestiere», un ciclo di incontri, interviste e laboratori, per incontrare figure professionali per le quali arte, creatività e immaginazione divengono strumenti utili per il lavoro, la formazione personale e la crescita.

Il tema dell’incontro sarà lo sviluppo delle professionalità e delle conoscenze in una associazione culturale. e sarà curato dai volontari di Crac – Centro in Romagna ricerca arte contemporanea, che quest’anno festeggia il suo ventennale; saranno presenti Alessia Agnoletti (restauratrice), Rosa Banzi (progettista culturale), Fausto Ferri (segreteria), Gianni Mazzesi (curatore), e Maria Giovanna Morelli (artista e organizzatrice).

«Perché fai questo mestiere?» è il titolo del percorso per giovani organizzato al centro culturale Dart di Lavezzola per giovani da 18 a 28 anni; si sviluppa su circa dieci appuntamenti, tra laboratori ed esperienze di volontariato; i giovani potranno sperimentare aspetti e approcci che i testimoni invitati utilizzano nel loro mestiere. Avranno modo di esplorare percezioni sul mondo del lavoro, con lo strumento osservativo e narrativo del teatro, e potranno confrontarsi in modo guidato e di gruppo, dialogare anche su sogni e idee personali sul futuro.
Il percorso proseguirà mercoledì 15 e giovedì 16 giugno dalle 16 alle 19 con «costruire un racconto attraverso un podcast», con Gianni Gozzoli, esperto di radio e cinema, dell’associazione Sonora Social Club; domenica 26 giugno alle 10 «L’architettura tra invenzione e mestiere», laboratorio aperto al pubblico con l’architetto Giorgio Teggi e l’artista Antonella De Nisco; mercoledì 13 luglio alle 10.30 «Scrivere come mestiere», incontro con lo scrittore Matteo Cavezzali e a seguire visita guidata alla mostra «The jolly house» allestita a villa Verlicchi. Infine, nei mesi di giugno e luglio saranno organizzate esperienze di volontariato guidate dalla cooperativa Villaggio globale.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni, contattare l’associazione Crac al 338 1837841, 366 1697727, oppure scrivere a [email protected]

Il progetto, organizzato da Crac, è finanziato con i fondi dedicati alla co-progettazione del terzo settore della Regione Emilia-Romagna e con il patrocinio del Comune di Conselice.