Il calendario delle visite guidate autunnali della Pro Loco Faenza propone per sabato 20 novembre prossimo un vecchio borgo faentino: Borgo San Rocco.

Dei tredici mulini presenti nel territorio faentino negli anni ’50, ne sono rimasti solo due.
Uno di questi è situato nel Borgo San Rocco, lungo il Canal Naviglio, ed è gestito fin dal 1949 dalla famiglia Morini proveniente da Scavignano.
Oggi Marco e Giorgio, assieme alla madre Alessandra, portano avanti questa attività con grande passione e competenza e saranno proprio loro a guidare i partecipanti alla scoperta di questo storico luogo.
Nell’occasione si potrà ammirare anche il vicino Oratorio di San Rocco, che sorge proprio in fregio alla via Ravegnana e che dopo anni di abbandono è stato recentemente restaurato dal Comune di Faenza, che ne è proprietario, grazie al contributo del Rotary faentino.
Si tratta dell’unica architettura storica della zona: risale alla prima metà del Settecento e resta nella memoria dei faentini soprattutto perché conserva le spoglie dei defunti del primissimo cimitero comunale, che qui sorse nel 1811 rimanendo in funzione per soli cinque anni, poiché nel 1816, per via dei ricorrenti ristagni d’acqua, venne sostituito con l’attuale Osservanza: una lapide sul fianco e un pilastro in granito con croce sul retro ricordano tutto ciò.
Il ritrovo per tutti i partecipanti alla visita guidata di sabato prossimo è alle ore 15.00, con mezzi propri, in via Borgo San Rocco n.1, presso il Mulino.
Informazioni e prenotazioni presso la sede della Pro Loco Faenza (Voltone Molinella, 2; tel/fax 0546 25231; e-mail: info@prolocofaenza.it).