Tra i protagonisti, gli atleti: Maria Canins, Simon Kehrer e Zvetana Bojurina

“Anno dopo anno, costante è il successo della ‘Festa della Montagna’ organizzata dalla sezione faentina dell’Uoei (Unione Operaia Escursionisti Italiani) che porta ogni anno nuovi protagonisti sul palcoscenico della sala ‘Zanelli’ del centro fieristico”, è quanto spiegano gli organizzatori, che continuano: “Maria Canins, straordinaria campionessa di sci fondo, ciclismo su strada e mountain bike, e l’istruttore nazionale delle guide alpine Simon Kehrer hanno portato un po’ di Val Badia e Dolomiti e non solo. A salutare la Canins, alcuni campioni romagnoli di ciclismo: il mitico Ortelli, Albonetti, Laghi, Cavalcanti, Conti e con loro il direttore di corsa Babini.

Il sindaco Giovanni Malpezzi, appassionato di ciclismo e montagna, ha partecipato assieme al presidente provinciale della Fisi, Pietro Zironi e ai ragazzi dello Junior Ski Team dell’Uoei.

A 60 anni dalla prima salita al K2 seconda vetta della terra, realizzata da una spedizione tutta italiana – continuano gli organizzatori – il giornalista esperto di montagna Alessandro Filippini ha ricostruito come andarono le cose e documentato la personalità di Walter Bonatti, straordinario alpinista, esploratore e scrittore, ricordando il suo rapporto con un altro numero uno come Reinhold Messner. Sorpresa della serata, il revival dell’indimenticabile epopea della pallavolo ravennate: a salutare Zvetana Bojurina, prima straniera della Teodora, vincitrice, tra l’altro, di tre titoli italiani durante l’esperienza in giallorosso, e di numerosi altri titoli con la nazionale bulgara, è arrivata infatti l’ex compagna di squadra a Ravenna, Nadia Tavolieri.

E a proposito di ricordi, dopo 32 anni dalla precedente occasione, è tornato all’Uoei, Alessandro Gogna, guida alpina, autore di fama internazionale, che ha tracciato un profilo dell’evoluzione dell’alpinismo e della scrittura di montagna”.