Il servizio dell’Unione è ora anche su smartphone e tablet

Da qualche mese a Faenza è stato riattivato il servizio dell’Informagiovani. Tra le attività anche la creazione di un applicativo per dispositivi multimediali attraverso il quale poter accedere on line ai servizi.

E’ così nato il progetto ‘APPlichiamoci’ portato avanti dagli studenti di due classi  dell’istituto Oriani e Itip Bucci di Faenza. La novità è stata presentata in Comune questa mattina nel corso di una incontro con la stampa. I ragazzi hanno illustrato il percorso fatto per arrivare all’applicativo definitivo; si è partiti da un sondaggio di circa 300 giovani studenti tra i 15 e i 19 anni attraverso il quale sono stati chiesti pareri su cosa i fruitori dell’App avrebbero voluto trovare al suo interno. La seconda fase ha comportato la progettazione dell’App stessa, percorso durante il quale i 14 studenti delle due scuole superiori, sono stati affiancati da un professionista per progettarla, testarla e poi inserirla nello Store.

Al momento l’App, che può essere scaricata gratuitamente, è solo per ambiente Android ma è in programma anche il varo per iOS.

“Attraverso questa app –ha detto l’assessore Simona Sangiorgi- cerchiamo di accorciare le distanze tra le istituzioni e il mondo dei ragazzi”. All’interno dell’applicativo tantissime informazioni, divise per sezioni: Lavoro, Formazione, Istruzione, Tempo libero, Volontariato ed Estero.