Oltre 100 richieste di iscrizione. Lo scorso anno le canzoni ammesse alla gara furono 77

Tutto pronto per la quarantesima edizione del “Pavone d’Oro”, il concorso canoro faentino ideato da Don Italo Cavagnini. Oltre 100 le richieste di partecipazione, 80 i brani ammessi alle semifinali del 21,22 e 23 febbraio al teatro San Giuseppe in via Cantagalli. La maggior parte dei cantanti ammessi sono del territorio faentino, mentre una ventina di concorrenti provengono da altre province della regione Emilia Romagna. La finalissima si terrà il 29 febbraio alle ore 21 al teatro Masini. Le prove generali invece si terranno nelle domeniche 19 e 26 gennaio, 2 e 9 febbraio, con venti artisti per ogni sessione. Lo staff artistico sarà sempre lo stesso degli scorsi anni, con i fratelli Gabriele e Giorgio Andrini alla direzione artistica e direzione generale del concorso, che affiancano il presidente dell’associazione Don Marco Ferrini, il maestro Gabriele Bertozzi direttore della band e arrangiatore di tutti i brani in concorso, mentre il coro delle voci bianche è affidato a Daniela Peroni. L’ambito trofeo che verrà assegnato al vincitore, l’enorme piatto in ceramica, sarà creato ancora una volta dal ceramista Goffredo Gaeta. Il concorso ospita cantanti da 0 a 18 anni, e nell’edizione di quest’anno sarà suddiviso quattro categorie: Cat. A (fino a 9 anni) 14 partecipanti; Cat. B1 (10-11 anni) 26 partecipanti; Cat. B2 (12-14 anni) 21 partecipanti e la Cat. C (15-18 anni, che concorre per il Pavone d’Oro) 19 partecipanti.Cat. B1 (10-11 anni) 26 partecipanti; Cat. B2 (12-14 anni) 21 partecipanti e la Cat. C (15-18 anni, che concorre per il Pavone d’Oro) 19 partecipanti.