Dalla Polizia locale a Faenza

Fermata, alla guida del suo veicolo, una Seat Ibiza, in piazza Cesare Battisti a Faenza, una donna del 1975 residente ad Imola ha mostrato agli agenti della polizia locale un’assicurazione falsa.

La cosa non ha però ingannato gli agenti della locale che non solo hanno riconosciuto il documento falso, ma hanno anche accertato che la donna, del 1975 residente a Imola, è risultata essere già stata fermata dalla Polizia Stradale il 10 aprile 2020 a Casalecchio di Reno. Anche in quella occasione gli agenti avevano accertato che il veicolo era senza la prescritta copertura assicurativa ed avevano provveduto pertanto a sequestrare l’auto ed a affidargliela intimandogli di non circolare fino all’avvenuto pagamento dell’assicurazione.

Per ovviare tale impedimento la signora si è procurata un certificato falso ed ha ricominciato a circolare tranquillamente; è stato infatti accertato che ha percorso oltre 5mila km da quando era stata fermata dalla Polstrada, fino a quando non ha “sbattuto” nel posto di controllo della locale a Faenza.

Qui gli agenti dopo aver accertato la “furbata” hanno proceduto al fermo coatto del veicolo a mezzo carro attrezzi per la successiva confisca dello stesso e all’immediato ritiro della patente di guida della donna per la successiva revoca che verrà disposta poi dalla Prefettura.

La donna risulta avere sulle spalle anche diverse denunce per truffe e gli agenti non escludono si potesse trovare in città per tale tipo d’attività illecita. Anche se ora, avendo perso in un colpo patente e auto, avrà forse più difficoltà.