Rinviate al prossimo anno, la Cerimonia di Donazione dei Ceri, le Gare delle Bandiere, la Bigorda d’Oro e il Palio del Niballo.

A seguito della riunione del Comitato Palio che si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 10 giugno, preso atto dell’emergenza sanitaria covid-19 ancora in corso e il conseguente obbligo al rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria emanate dalle autorità competenti per questa tipologia di eventi, il Comitato Palio ha unanimemente ritenuto che non ci siano le condizioni minime per assicurare lo svolgimento delle manifestazioni del Niballo 2020.

Sono pertanto definitivamente annullate, per l’anno in corso e rinviate al prossimo anno, la Cerimonia di Donazione dei Ceri, le Gare delle Bandiere, la Bigorda d’Oro e il Palio del Niballo.

L’Amministrazione comunale, i Rioni e il Gruppo municipale esprimono grande rammarico per questa decisione ritenuta inevitabile. Allo stesso tempo ribadiscono che il Palio del Niballo non può fare a meno, senza esserne snaturato, di una delle sue componenti essenziali: quella della socialità e dell’essere un motore di aggregazione per la città. Senza popolo non c’è festa. Senza festa non ci può essere il Palio.

Anche il sindaco Giovanni Malpezzi sul proprio profilo Facebook dichiara che si tratta di una decisione triste e sofferta: “Decisione sofferta quella di annullare le manifestazioni del Niballo di quest’anno. E’ triste dover rinunciare a quei momenti di festa popolare, socialità e passione cittadina che solo il Niballo sa suscitare.È un danno notevole per i Rioni e per la comunità faentina, che cercheremo di sostenere con tutte le nostre energie e risorse. Ringrazio di cuore i Rioni, il Gruppo municipale e tutto il mondo del Palio: hanno dimostrato davvero un grandissimo senso di responsabilità e affetto per la città, il cui bene è sopra di tutto”.