Mons. Toso, vescovo di Faenza, con il sindaco Massimo Isola

Il contingentamento dovuto alla pandemia ha dettato nuove regole, così è nata l’App che permetterà di prenotare un posto nelle sale studio

In concomitanza con la riapertura delle sale studio è stata presentata a Faenza ‘#iostudioinbiblioteca’, l’app che permette di prenotare sia alla biblioteca diocesana Cicognani, del Seminario di Faenza, che alla comunale Manfrediana un posto nelle loro sale studio.

La prenotazione avviene tramite l’app scaricata sullo smartphone e l’accesso in biblioteca è velocissimo grazie alla tecnologia NFC (Near-Field Communication). Scaricando l’app bastano 4 semplici passaggi per prenotare la Biblioteca, un’aula, il giorno e l’orario. Una notifica confermerà l’avvenuta prenotazione. Arrivati in biblioteca si effettuerà l’accesso tramite tecnologia NFC, avvicinando lo smartphone all’apposita torretta, e lo stesso per l’uscita. Inoltre, il sistema consente l’accesso sicuro anche per chi non dispone di smartphone con tecnologia NFC: l’utente potrà infatti prenotare da remoto ed eseguire il check-in tramite un rapido passaggio presso la reception. #iostudioinbiblioteca è disponibile per dispositivi iOs e Android.