buongiorno ceramica, una immagine di una edizione precedente al Covid19

Un fine settimana tra le Botteghe artigiane della città alla riscoperta della ceramica d’autore

Sabato 15 e domenica 16 maggio è in programma la settima edizione di Buongiorno Ceramica, iniziativa promossa e coordinata a livello nazionale dall’ AiCC, l’Associazione italiana città della ceramica e a livello locale dall’Ente ceramica di Faenza. Se nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria, la manifestazione si è svolta in forma digitale, per quest’anno si vuol tornare evento dal vivo, con l’obiettivo di portare pubblico tra botteghe, laboratori e atelier dove la ceramica artistica e artigianale viene pensata e creata tutti i giorni.

A Faenza, sabato 15 e domenica 16 maggio saranno 23 le botteghe e i laboratori ceramici faentini che aprono le porte al pubblico, mostrando la propria produzione ma soprattutto ciò che sta dietro all’oggetto ceramico, con le varie fasi di lavorazione e decorazione, e in alcune si potrà partecipare ai laboratori per adulti e bambini.

Torna poi uno dei momenti più attesi di Buongiorno Ceramica, l’Aperitivo del ceramista però non come accadeva nelle passate edizioni, in un unico punto, ma in ogni bottega che proporrà le proprie creazioni.

Novità di quest’anno è il progetto ‘La primavera torna sempre’, nell’ambito di MATRES WEEK, il festival di ceramica femminili organizzato in varie città italiane e all’estero dall’Associazione Pandora Artiste Ceramiste. Faenza sarà una tappa di questo percorso con l’installazione in ceramica nel Cortile dell’Arte-Spazio aperto, adiacente alla Bottega Morigi in via Barbavara. Il progetto dà vita ad un’istallazione floreale (che diventerà itinerante) con un foltissimo gruppo di piccoli vasi “monofiore” di vari materiali ceramici, mentre i colori degli smalti sono il bianco e il verde ramina. Si tratta di un piccolo “gesto ceramico” sul tema della rinascita, che coinvolge ceramisti sia italiani che internazionali.

A Buongiorno Ceramica partecipano poi anche i musei faentini; il MIC (con l’apertura e una visita guidata alla mostra dedicata ad Alfonso Leoni, sabato 15 maggio alle ore 15), il Museo Carlo Zauli e il Museo Tramonti. Il Museo Diocesano presenta una mostra dell’artista Felice Nittolo dedicata a Dante, nella cappella laterale della Chiesa di Santa Maria dell’Angelo. L’ISIA di Faenza presenta il progetto Designer custodi dell’Aria – Depuratori in ceramica in nanomateriali (15 maggio ore 11, Sala dei cento Pacifici), realizzato dai giovani studenti ISIA. Da sabato 15 maggio sarà inoltre visitabile la mostra FAVENTIA_UPGRADE. Eredità ceramica e cultura digitale (sabato 15 maggio, ore 15-18; domenica 16 maggio, ore 10-13). In mostra la collezione di piccoli contenitori da scrivania, il cui design è ispirato alle grammatiche del lascito ceramico faentino, preziose eredità custodite all’interno del MIC. Dettagli del programma all’indirizzo www.buongiornoceramica.it e www.enteceramica.it.