Il palazzo comunale

Un giardino nascosto, un tasso centenario e una mostra celebrativa del sommo  poeta: il programma di visite organizzato per giovedì 17 giugno dalla Pro Loco.

Terminate le visite del sabato, la Pro Loco Faenza, come negli scorsi anni, propone per giugno due “giovedì del tramonto”, con giardini, passeggiate, mostre. Giovedì prossimo, 17 giugno, con partenza alle 19.45 dalla sede Pro Loco, si andrà alla Casa Galleati di Corso Baccarini.  Edificio è di interesse storico e architettonico, ma ci si soffermerà soprattutto sui due giardini interni: il primo, più raccolto, è caratterizzato da palme, ma anche da ortensie, allori, camelie e gelsomini con un insieme di straordinaria gradevolezza; il secondo è più grande ma meno verde e tuttavia caratterizzato da un secolare tasso, vincolato come albero monumentale fin dal 1990 per le dimensioni – oltre 2 metri di circonferenza per una decina in altezza – e per l’insolita compattezza della chioma che riveste interamente l’albero, fin dal piede. Melograni, glicini e oleandri completano l’ambiente.

Ci si sposterà poi, sempre a piedi, alla seicentesca chiesa di Santa Maria Nuova, già sede dei Gesuiti, poi parrocchia ed ora adibita a mostre d’arte per la sua solenne bellezza. Dopo uno sguardo all’opera peculiare di questa chiesa – il grandioso altare maggiore in marmi policromi con i due obelischi laterali disegnati dal Borromini – si visiterà la mostra “Dante è vivo”, allestita nell’Oratorio delle Dame. Qui l’artista ravennate Felice Nittolo ha raccolto ben cento mosaici ispirati ad altrettanti canti della Divina Commedia.

E’ richiesto un contributo destinato a fini culturali di 3 euro.

Ritrovo: a piedi presso Pro Loco, Voltone della Molinella

Prenotazione obbligatoria, posti limitati, uso della mascherina, comportamenti adeguati al momento di emergenza sanitaria.

Per informazioni e prenotazioni:

PRO LOCO FAENZA Voltone Molinella 2  – tel. 0546 25231

[email protected]  – www.prolocofaenza.it