Elvira Keller con l'opera vincitrice

La settima edizione del concorso indetto della città marchigiana è andato a una installazione dell’artigiana faentina

La ceramista faentina Elvira Keller si è aggiudicata il Convivium, concorso d’arte legato a Leguminaria, manifestazione organizzata dalla città di Appignano, in provincia di Macerata. Il comune marchigiano ha una tradizione profonda tradizione ceramica che assieme a una delle maggiori risorse della sua terra, la produzione di legumi, nasce Leguminaria, costituiscono gli elementi portanti di una manifestazione che unisce gastronomia ed arte.

Quest’anno, nell’ambito di Leguminaria, ricorreva la settima edizione di CeramicAppignano, concorso nazionale di ceramiche artistiche. In quest’ambito la ceramista faentina Elvira Keller, presidente dell’Ente Ceramica Faenza, con i suoi ‘Vasi comunicanti’ si è aggiudicata il primo premio del Concorso che quest’anno prendeva il nome di ‘Panta Rhei, tutto scorre’.

Tra le decine di opere in concorso, circa cinquanta non solo da tutta Italia ma qualcuna anche dall’estero, la ceramista faentina, Elvira Keller, si è aggiudicata il primo premio assoluto del Convivium 2021.

L’installazione -spiega Keller – rappresenta un immaginario acquedotto dove tutto scorre tra elementi diversi che rappresentano edifici. L’idea nasce durante la mia residenza artistica nell’ottobre 2019 al Benjamini Ceramic Center di Tel-Aviv, dove ho riportato alcune architetture tipiche di quella terra, luoghi nei quali si intrecciano diverse culture, popoli e religioni. Così un grattacielo nell’installazione ha alle sue spalle una moschea, mentre una cattedrale ha al suo fianco una vecchia casa di roccia e baracche costruite con materiali di fortuna alle porte di città vecchie di secoli. Gli elementi così diversi tra loro sono poi uniti da strutture che formano un reticolo continuo, quasi un acquedotto”.