La fanfara dei carabinieri

Sabato in città la Fanfara dei carabinieri. Alcune modifiche alla viabilità per questo evento

L’Amministrazione Comunale, insieme al Comitato Antifascista per la Democrazia e la Libertà, l’A.N.P.I. sezione di Faenza, sotto il coordinamento della Presidenza del Consiglio Comunale, in occasione del 77° Anniversario della Liberazione della città di Faenza organizza una serie di cerimonie ed iniziative rivolte alla cittadinanza.

Questo il programma delle iniziative:

VENERDI’ 17 DICEMBRE

  • ore 10 – Chiesa dei Caduti (San Bartolomeo), corso Matteotti
    • Santa Messa celebrata da Mons. Faccani Pignatelli
  • ore 11 – Piazza del Popolo
    • Suono della sirena d’allarme antiaereo ed esecuzione dell’Inno Nazionale
    • Esecuzione del silenzio e deposizione della corona alla lapide delle Vittime Civili di Guerra
    • Esecuzione del silenzio e deposizione della corona alla lapide dei Caduti della Resistenza e per la Libertà
  • ore 12 – Faenza War Cemetery, via Santa Lucia
    • Deposizione della corona in memoria dei militari degli Eserciti Alleati caduti per la Liberazione di Faenza ed esecuzione del silenzio a cura della scuola secondaria di primo grado Carchidio-Strocchi

SABATO 18 DICEMBRE

Parata della Fanfara dei Carabinieri della Scuola sottufficiali di Firenze

  • ore 10 partenza del corteo dal Ponte delle Grazie e arrivo in Piazza del Popolo (il percorso vuole simboleggiare il percorso di liberazione degli Alleati) e momento musicale in piazza della Libertà.
  • a seguire, in Piazza del Popolo, esecuzione dell’Inno Nazionale ed interventi istituzionali
  • ore 12, in via Cavour, deposizione della corona in memoria dei soldati Sikh caduti per la liberazione di Faenza

Mostre

BIBLIOTECA COMUNALE MANFREDIANA

S/conosciuta resistenza”

  • da sabato 11 dicembre – inaugurazione venerdì 17 dicembre ore 18.

(la mostra sarà visitabile fino al 14 febbraio negli orari di apertura al pubblico della Biblioteca)

Mostra fotografica realizzata dal Gruppo Fotografia Aula 21, in collaborazione con l’Istituto Tecnico Oriani dove la mostra verrà riallestita al termine dell’esposizione alla Manfrediana, dedicata alle persone che hanno caratterizzato la Resistenza faentina.

La mostra si concentra sulle persone e le loro storie dando rilievo non tanto alla Resistenza come evento storico in sé, quanto all’individualità e al soggetto narrato, mettendo in risalto la loro storia di scelta, lotta e liberazione. Persone comuni che trovarono sconvolta la loro quotidianità, ma che scelsero la lotta e il sacrificio per ritrovare quella libertà che gli era stata tolta.

MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELL’ETA’ CONTEMPORANEA

Bombe nel cielo’

Da sabato 4 dicembre (visitabile fino al 30 gennaio, aperta tutte le domeniche e il 5 gennaio, orario 10,00-12,00 e 15,00-19.00

L’Associazione Museo del Risorgimento, cogliendo l’opportunità fornita dal collezionista faentino Alberto Ciabattoni ha allestito un plastico di 18 mq del centro di Stalingrado dopo i bombardamenti.

Un’esperienza che fa comprendere la devastazione dei bombardamenti durante la Seconda guerra mondiale. Le fotografie dell’Archivio della Fototeca Manfrediana completano l’esposizione, permettendoci di comprendere la ferite belliche di Faenza, dove il 70% degli edifici fu lesionato o distrutto.

Quest’anno -spiega il presidente del Consiglio comunale, Niccolò Bosi- il programma si articola lungo due giornate per un appuntamento così importante. Vorremmo inoltre iniziare un percorso per rendere maggiormente partecipate queste ricorrenze, quale momento per rinsaldare i valori di libertà, democrazia, giustizia e antifascismo. Un segno di riconoscenza per chi si è sacrificato e decise di scegliere la resistenza permettendo una rivincita morale e ringraziare gli alleati caduti per la nostra libertà e il nostro futuro.Oggi i protagonisti della resistenza sono sempre meno e per questo vogliamo coinvolgere i giovani nei momenti di celebrazione”.

In relazione alla celebrazione del 77° Anniversario della Liberazione della città di Faenza, per lo svolgimento delle manifestazioni collegate, nella giornata di sabato 18 dicembre 2021, sono state disposte alcune modifiche alla viabilità che verranno accompagnate dalla segnaletica verticale temporanea.

Queste le variazioni:

È istituito il divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli, eccetto mezzi al servizio della manifestazione, mezzi di soccorso ed emergenza, dalle 7 alle 13, in piazza Lanzoni, nella strada che costeggia il fiume compresi gli stalli dei parcheggi tra il civico 1 e l’intersezione con via Ugo Piazza. Divieto di sosta, dalle 9 alle 11, lungo tutto corso Saffi (tranne che per gli stalli della sosta, lato chiesa dei Servi). Divieto di sosta anche in piazza della Libertà, dalle 9 alle 12 e in via Dogana, dalle 9 alle 11, nel tratto compreso tra l’intersezione con corso Saffi e piazza XI Febbraio; si può parcheggiare nei box sosta. In via Marco da Faenza e via Barilotti, divieto di sosta dalle 9 alle 11, nel tratto compreso tra l’intersezione con piazza XI Febbraio e l’intersezione con via Marco da Faenza. Anche in via Cavour, divieto di sosta (dalle 11 alle 13) nei quattro box dall’intersezione con via Mura Proietti verso l’ingresso della sede del Rione Verde, in corrispondenza della lapide in memoria dei soldati Sikh.

È inoltre istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, tranne per i mezzi al servizio della manifestazione, mezzi di soccorso ed emergenza, in: piazza Lanzoni (dalle 9 alle 12), nelle corsie che costeggiano il fiume, tra il civico 1 e l’intersezione con via Ugo Piazza; sul ponte delle Grazie (dalle 10 alle 10.30, solo nel momento del passaggio della Fanfara dei carabinieri. Divieto di transito tra le 10 e le 10.45 (apertura dopo il transito della Fanfara) in: corso Saffi, via Dogana (nel tratto compreso tra l’intersezione con corso Saffi e l’intersezione con piazza XI Febbraio), piazza XI Febbraio (nella corsia lato Firenze), via Barilotti (nel tratto compreso tra l’intersezione con piazza XI Febbraio e l’intersezione con via Marco da Faenza) e via Marco da Faenza. Divieto di transito (dalle 10 alle 12) anche in corso Mazzini, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Pistocchi e l’intersezione con piazza della Libertà e piazza del Popolo e in corso Saffi, nel tratto compreso tra via Marco da Faenza e la piazza.

Verrà infine istituito un doppio senso di circolazione in piazza Lanzoni tra il civico 1 e il civico 2 dalle 9 alle 12.