Liberazione di Faenza, la deposizione della corona al Cimitero degli inglesi

Domani la Fanfara dei carabinieri e gli interventi istituzionali in piazza della Libertà

Nella giornata di oggi si è tenuto il primo momento delle cerimonie legate alla Liberazione di Faenza, avvenuta il 17 dicembre 1944.

Dopo la messa, nella chiesa San Bartolomeo, celebrata da Mons. Faccani Pignatelli, il corteo costituito dalle autorità, precedute dal gonfalone della città, si è diretto in piazza del Popolo. Qui, dopo il suono della sirena d’allarme antiaereo ed esecuzione dell’inno nazionale, sono state deposte corone alla lapide delle Vittime Civili di Guerra e alla lapide dei Caduti della Resistenza e per la Libertà. Alle 12, al Faenza War Cemetery di via Santa Lucia, è stata deposta una corona in memoria dei militari degli eserciti alleati caduti per la Liberazione di Faenza. Dopo il silenzio e l’inno nazionale eseguito da Paolo Raineri e dagli studenti delle medie Stricchi, il sindaco Massimo Isola ha inquadrato il periodo storico e i giorni che precedettero la Liberazione dal nazifascismo.

Domani, sabato 18 dicembre, alle 10, dal Ponte delle Grazie, prenderà il via il corteo della Fanfara dei carabinieri della Scuola sottufficiali di Firenze. Il percorso si snoderà lungo corso Saffi, via Dogana, piazza XI Febbraio, via Marco da Faenza, corso Saffi e piazza della Libertà. Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale seguiranno gli interventi istituzionali. Ultimo momento delle celebrazioni, alle 12, in via Cavour, verrà depositata una corona in memoria dei soldati Sikh caduti per la liberazione di Faenza.

Per il passaggio della Fanfara dei carabinieri sono state disposte alcune modifiche alla viabilità. Divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli, eccetto mezzi al servizio della manifestazione, mezzi di soccorso ed emergenza, dalle 7 alle 13, in piazza Lanzoni, nella strada che costeggia il fiume compresi gli stalli dei parcheggi tra il civico 1 e l’intersezione con via Ugo Piazza. Divieto di sosta, dalle 9 alle 11, lungo tutto corso Saffi (tranne che per gli stalli della sosta, lato chiesa dei Servi). Divieto di sosta anche in piazza della Libertà, dalle 9 alle 12 e in via Dogana, dalle 9 alle 11, nel tratto compreso tra l’intersezione con corso Saffi e piazza XI Febbraio; si può parcheggiare nei box sosta. In via Marco da Faenza e via Barilotti, divieto di sosta dalle 9 alle 11, nel tratto compreso tra l’intersezione con piazza XI Febbraio e l’intersezione con via Marco da Faenza. Anche in via Cavour, divieto di sosta (dalle 11 alle 13) nei quattro box dall’intersezione con via Mura Proietti verso l’ingresso della sede del Rione Verde, in corrispondenza della lapide in memoria dei soldati Sikh.

È inoltre istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, tranne per i mezzi al servizio della manifestazione, mezzi di soccorso ed emergenza, in: piazza Lanzoni (dalle 9 alle 12), nelle corsie che costeggiano il fiume, tra il civico 1 e l’intersezione con via Ugo Piazza; sul ponte delle Grazie (dalle 10 alle 10.30, solo nel momento del passaggio della Fanfara dei carabinieri. Divieto di transito tra le 10 e le 10.45 (apertura dopo il transito della Fanfara) in: corso Saffi, via Dogana (nel tratto compreso tra l’intersezione con corso Saffi e l’intersezione con piazza XI Febbraio), piazza XI Febbraio (nella corsia lato Firenze), via Barilotti (nel tratto compreso tra l’intersezione con piazza XI Febbraio e l’intersezione con via Marco da Faenza) e via Marco da Faenza. Divieto di transito (dalle 10 alle 12) anche in corso Mazzini, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Pistocchi e l’intersezione con piazza della Libertà e piazza del Popolo e in corso Saffi, nel tratto compreso tra via Marco da Faenza e la piazza. Verrà infine istituito un doppio senso di circolazione in piazza Lanzoni tra il civico 1 e il civico 2 dalle 9 alle 12.