Da sinistra il vicepresidente del Consiglio Comunale di Faenza, Massimiliano Penazzi e il presidente, Niccolò Bosi

Oltre 51 ore di attività con una media di 4 ore e 39 minuti per seduta. I dettagli illustrati dal presidente del Consiglio, Niccolò Bosi e dal vice, Massimiliano Penazzi

Questa mattina si è svolta la conferenza stampa per illustrare l’attività di un anno del Consiglio comunale. Secondo quanto riportato dal presidente, Niccolò Bosi e dal vice, Massimiliano Penazzi, nel 2021 si sono svolte 11 sedute: nelle date del 28 gennaio (online), 25 e 26 febbraio (online), 25 marzo (online), 27 aprile, 27 maggio, 29 giugno, 26 luglio, 30 settembre, 21 ottobre, 23 novembre, 21 dicembre. La durata complessiva delle adunanze nel 2021 è stata di 51 ore e 5 minuti, per una media per ogni seduta di 4 ore e 39 minuti. La più lunga quella del 21 ottobre durata 5 ore e 51 minuti. Molto alta la presenza media dei consiglieri, che si assesta al 93,36% con 14 consiglieri che hanno presenziato al 100% delle sedute.

Durante l’anno sono stati surrogati due consiglieri: Marco Neri al posto di Brunella Sbarzagli e Juri Montecchian al posto di Luigia Carcioffi.

Oltre agli atti di indirizzo politico e deliberativi, diversi i momenti istituzionali: il 28 gennaio si è tenuto l’intervento di Donatina Cilla, direttore del Distretto Sanitario di Faenza seguito dalla celebrazione della Giornata della Memoria; il 25 marzo si è celebrato il Dantedì con l’intervento di alcuni studenti del Liceo Torricelli-Ballardini; il 23 novembre, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si è svolta la relazione di Antonella Oriani, presidentessa di SOS Donna Faenza, seguita dall’intervento della dirigente ai Servizi alla Comunità, Anonella Caranese; infine, nel Consiglio del 21 dicembre si è tenuta la relazione congiunta dei Presidenti degli Organismi Consultivi di Quartiere.

Nel 2021 sono state approvate 73 delibere di cui 5 relative al settore cultura, istruzione, sport e servizi sociali; 23 settore finanziario e sviluppo economico; 25 legale, affari istituzionali, demografia e informatica; 2 polizia municipale e infine 18 lavori pubblici e territorio. Nel complesso, da inizio mandato sono state approvate 93 delibere.

Per quanto riguarda l’attività più prettamente politica sono stati presentati 12 ordini del giorno, di cui 7 approvati e 18 mozioni, di cui 11 approvate. Ben 30 gli atti discussi, a evidenza della centralità dell’attività di indirizzo del Consiglio.

Le interrogazioni presentate sono state 78. In seno al Consiglio Comunale sono presenti 5 commissioni permanenti: Commissione 1 (bilancio affari generali e risorse) 11 sedute; Commissione 2 (sviluppo economico, turismo e coesione territoriale) 7 sedute; Commissione 3 (ambiente e assetto del territorio) 13 sedute; Commissione 4 (cultura istruzione e sport) 3 sedute; Commissione 5 (sanità, servizi sociali, sicurezza e terzo settore) 4 sedute. Le commissioni 1 e 3 sono quelle che si sono adunate maggiormente perché il numero di delibere che afferiscono a queste commissioni è maggiore; mentre le commissioni 4, 5 e in parte anche 2 hanno visto diverse riunioni di informazione, senza la trattazione e discussione di delibere.

Nel 2021, il 29 giugno, è stata poi concessa a maggioranza qualificata la Cittadinanza Onoraria a Patrick George Zaki.

Le visualizzazioni della diretta del Consiglio comunale su facebook indicano come questa sia una strada utile per avvicinare i cittadini alle sue attività. Ogni seduto conta circa 2mila visualizzazioni.

Infine, dal 2022 verrà prodotto il calendario delle sedute così da facilitare il lavoro di amministratori e tecnici e aumentare la partecipazione dei cittadini.

“Questo report annuale è l’occasione per tracciare un riassunto dei lavori, un anno che ha visto il Consiglio Comunale e i suoi membri particolarmente impegnati e con la volontà di contribuire di più alla costruzione di una comunità sempre più forte e coesa. Continueremo a lavorare per raggiungere l’obiettivo di avvicinare i cittadini all’attività consigliare”. Niccolò Bosi – Presidente

“Credo che in questo primo anno di mandato, ancora difficile per tutti per l’emergenza sanitaria e sociale, sia stato fatto un grande lavoro da parte di tutti i consiglieri: tante mozioni e diverse interrogazioni presentate, grazie anche all’ottimo coordinamento del presidente”. Massimiliano Penazzi – Vicepresidente

Una seduta del Consiglio Comunale di Faenza