Foto di gruppo tra il sindaco Massimo Isola, i rappresentanti dell'Ascom e la famiglia titolare del negozio

“Qui da più di mezzo secolo”

E’ sempre stata lì, da 50 anni a questa parte, sotto al loggiato del Palazzo del Podestà e ha sempre venduto calzature, un punto di riferimento per la città. Stiamo parlando del negiozio Dune Baggy, anzi in realtà, visto che questa è la reale ragione sociale con la quale è stato registrato alla Camera di Commercio, Dune Buges.

Questa mattina, martedì 18, con una breve cerimonia, la titolare del negozio di calzature, Elena Zampino, in piazza del Popolo 2 a Faenza, ha ricevuto la targa in ceramica che ne certifica l’inscrizione al numero 41 dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Faenza. Il negozio nasce nel centro storico nel 1971. L’attività, gestita da Rosa Casadio, che in precedenza aveva conosciuto ed amato fin dall’età di 14 anni il lavoro in un negozio di calzature di Imola, ha incontrato fin da subito l’interesse della clientela, grazie ad un’ampia proposta di calzature, sia femminili che maschili, di alta qualità. Nell’apertura dell’attività è socia con il marito Alberico Zampino, e negli anni è entrata nella gestione dell’azienda anche la figlia Elena Zampino, che sin da bambina aveva dimostrato grande interesse per l’attività di famiglia.

Nel corso degli anni la clientela ha saputo apprezzare la cordialità e il rapporto fiduciario instaurato, caratteristiche dei piccoli negozi di vicinato che offrono ai propri clienti professionalità e cortesia.

Ad oggi il negozio è rimasto un punto di riferimento per l’acquisto di calzature di qualità nel Centro Storico e rimane, nella sua storicità, un punto fermo del commercio faentino e romagnolo. Alla cerimonia hanno partecipato tra gli altri il sindaco Massimo Isola, il direttore dell’Ascom di Faenza, Francesco Carugati e il presidente dell’Ascom Paolo Caroli