Un momento della cerimonia alle Pirazzini

Cerimonia con la dirigente Nicoletta Paterni e l’assessore Martina Laghi

Recentemente la scuola primaria Pirazzini di Faenza che fa parte dell’Istituto comprensivo Matteucci ha inaugurato una nuova targa al lato dell’ingresso. Per l’occasione il plesso ha organizzato una piccola cerimonia alla quale hanno partecipato le insegnanti, il personale scolastico, le famiglie e ovviamente tutti i bambini. Con loro la dirigente dell’IC Matteucci, Nicoletta Paterni e l’assessore all’Istruzione, Martina Laghi. “Era da tempo -dicono dalle Pirazzini- che si voleva sostituire la vecchia targa, ormai sbiadita e poco leggibile, ma solo adesso l’idea è diventata realtà, grazie alla collaborazione del Comitato genitori che già aveva reso possibile la realizzazione del murale donato da Raffaella di Vaio che decora la facciata. Sempre questa artista faentina è l’autrice della targa, una coloratissima matita che riprende il disegno di un alunno vincitore di un concorso di qualche anno fa”. La ceramica è opera della Bottega Gatti mentre la matita è un simbolo ricco di significati: con la matita i bambini imparano a scrivere, a dare forma a un’idea, e l’arcobaleno è dai tempi più antichi emblema universale di pace e amicizia. “La matita -concludono dalla scuola di via Marini- riunisce tutti i colori come la nostra scuola accoglie tutti i bambini”.

Come amministrazione -spiega l’assessore all’Istruzione Martina Laghisiamo molto felici di aver contribuito alla realizzazione di questa targa facendo incontrare più soggetti: l’azienda Gigacer che ha donato la base in ceramica, la Bottega Gatti che ha realizzato il disegno sul bozzetto di Raffaella di Vaio, la scuola, con la preside e le insegnanti e i genitori che da tempo si erano attivati per dare una nuova immagine alla scuola Pirazzini. Il nuovo logo simboleggia l’unione dei bambini che si riuniscono in un arcobaleno, simbolo di armonia e amicizia, un po’ la base del nostro sistema educativo”.