Orienteering Faenza

Ancora successi per la squadra della Carchidio-Strocchi

La stagione estiva dell’Orienteering si è conclusa bene per la squadra della Carchidio Strocchi, che ha ottenuto vittorie e piazzamenti in ambito nazionale e regionale.

In un fine settimana lombardo sono andati in scena la quinta prova di Coppa Italia Sprint nel centro storico di Tirano (SO) e, il giorno seguente, il Campionato Italiano Long, valevole anche come Coppa Italia Bosco, dentro al bosco di Trivigno (SO). Il tutto organizzato dalla ASD Polisportiva Besanese nella valle scavata dal fiume Adda tra castelli, vigneti con i tipici terrazzamenti e filari di meleti, in un contorno di montagne ricche di storia e arte.

Per gli atleti faentini la prima giornata è iniziata subito con la vittoria di Daniele Jabr (M40), affiancata dal quarto posto di Oriano Baracani (M55) e dai piazzamenti di Mauro Bussi e Mattia Rontini nelle rispettive categorie. Un altro podio d’argento è arrivato il giorno seguente grazie all’ottima prestazione di Mattia Rontini (MB). Piazzati nelle rispettive classifiche, Mauro Bussi, Oriano Baracani e Daniele Jabr.

Archiviate le competizioni estive, con l’arrivo dell’autunno il Trofeo Emilia Romagna ha scelto Bobbio e Ceci in provincia di Piacenza per la sua dodicesima tappa, una bi-sprint consistente in due gare veloci una al mattino e una al pomeriggio. Centro medioevale di Bobbio per la prima manche e bosco nei dintorni del centro sci di fondo di Ceci per la seconda.

I risultati al termine della somma dei due tempi hanno visto Carlo Tabanelli salire sul gradino più alto del podio nella categoria Giallo e Mauro Bussi arrivare fino all’argento tra gli M35. Nella top ten anche Mattia Rontini, che per l’occasione ha scelto la sfida come Élite e il babbo Massimo Rontini (M35).