Made in Italy 2023
made in italy 2023

In visita anche il Commissario Europeo Paolo Gentiloni dopo l’incontro con i sindaci della Provincia e il presidente della Regione Stefano Bonaccini

Sono stati due giorni di grande presenza turistica la terza edizione della mostra-mercato della ceramica Made in Italy, versione nazionale di Argillà. Gli stand dei 120 ceramisti tra la piazza del Popolo e Martiri della Libertà sono state meta di migliaia di visitatori, un flusso ininterrotto di persone che hanno goduto del bel tempo. Oltre agli stand la manifestazione si è arricchita di diverse mostre in diversi punti della città, tra questi il Palazzo del Podestà che ha attirato centinaia di visitatori che hanno colto l’occasione di poter vedere la piazza centrale della città dall’alto. Molto soddisfatti non solo i ceramisti, che hanno contato sulle vendite ma anche i titolari di bar e attività di ristorazione letteralmente presi d’assalto durante la due giorni di ceramica.

Domenica mattina Palazzo Manfredi ha poi ospitato l’incontro tra il Commissario Europeo Paolo Gentiloni con il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente della Provincia, Michele De Pascale, quello dell’Unione faentina, Massimo Isola e i sindaci degli altri comuni della Provincia. E’ stata l’occasione per fare il punto sugli aiuti per le popolazioni alluvionate. Il Commissario Gentiloni ha indicato nel Fondo di solidarietà e nel Pnrr le due misure adeguate per le esigenze della Romagna.

Gentiloni ha poi brevemente incontrato Benedetta Diamanti, direttore della Strada europea della ceramica. Prima di lasciare Faenza Gentiloni è stato accompagnato dal sindaco Massimo Isola in una breve visita agli stand di alcune delle ceramiste faentine che malgrado le alluvioni non hanno voluto mancare a Made in Italy