Il 18 maggio la partenza.Cento anni fa un altro passaggio. Gli eventi

Cento anni fa Lugo ospitò l’arrivo della penultima tappa del Giro d’Italia, che si concluse a Milano con la vittoria di Alfonso Calzolari. Un secolo dopo la storia si ripete: il 18 maggio 2014, alle 12.30, partirà da Lugo la 9° Tappa del Giro, la Lugo-Sestola.

Numerosi eventi, sportivi e culturali caratterizzerano il passaggio della corsa in città e in generale tutto l’anno.

 

Al salone Estense della Rocca di Lugo è avvenuto l’incontro pubblico di presentazione dell’importante avvenimento sportivo, ma anche di tutti gli eventi collaterali, degli spazi web dedicati e dell’omonimo logo che comparirà su tutte le pubblicazioni promosse entro l’anno 2014.

 

Il calendario di eventi che coinvolgono l’intera comunità lughese – associazioni economiche, sportive, di volontariato, culturali, le scuole di ogni ordine e grado, che si svolgeranno durante l’intero 2014 – è consultabile sul web all’indirizzo: www.lugocentannidigiro.it  e sulla relativa pagina facebook.

 

In anteprima assoluta è stato presentato il documentario realizzato dal regista locale Thomas Cicognani con il contributo di Oscar Pirazzini, Giovanni Barberini e Daniele Serafini.

La presentazione è stata introdotta dal sindaco Raffaele Cortesi, il quale ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento in particolare Giancarlo Ferretti. In seguito è stata la volta di Giovanni Barberini, capo di Gabinetto e responsabile della manifestazione, che ha presentato il Logo, il sito e la pagina Facebook.

Prima della proiezione del documentario sono intervenuti: Raffaele Babini, direttore organizzativo del Giro per RCS Sport; Umberto Suprani, Presidente Emilia Romagna del Coni; Emanuela Zaccaria, Vice Presidente comitato regionale E.R. Federazione Ciclistica Italiana.

Erano presenti i delegati allo sport: Mirco Bagnari, per l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Ombretta Toschi, Assessore del Comune di Lugo.

 

In sala, oltre ai tanti appassionati di ciclismo, erano presenti tre campioni del mondo: Roberto Conti, nel suo palmarès vanta due vittorie, l’affermazione nella tappa con arrivo a L’Alpe d’Huez al Tour de France 1994, dove finì sesto in classifica generale, ed il Giro di Romagna del 1999; Giordano Turrini e Walter Gorini campioni mondiali nella velocità su tandem.

Al termine della presentazione ufficiale della 9° Tappa del Giro, è stato fatto dono a tutti gli intervenuti del libro di Paolo Facchinetti “Giro 1914, il più duro di tutti”, Bradipolibri edizioni, Torino 2009, appositamente ristampato per l’occasione.

 

La partenza, che avverrà in Piazza Baracca, con alle spalle il monumento a Francesco Baracca appena ultimato, si svilupperà attraverso un percorso cittadino fino al Km zero, dove comincerà la corsa vera fino a Sestola.