Simone Greco

Da Atlanta a Lugo con un’unica, grande passione: la scherma. C’è questa disciplina ad accompagnare gran parte della vita di Guido Marzari, lughese e Maestro di scherma diplomato all’Accademia Nazionale di Scherma di Napoli. Dal 2012 Marzari è in forza alla Società Schermistica Lughese, attualmente unica società della provincia di Ravenna ad avere ben due atleti tra i convocati negli Azzurrini, la formazione giovanile della nazionale di scherma.

Di esperienze Marzari ne ha fatte un po’ in tutto il mondo, fino ad arrivare alle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta nel ruolo di Commissario Tecnico per la Spada Maschile, occasione in cui ha vinto una medaglia d’oro che mancava dalle Olimpiadi di Roma del 1960. La vita e un grave lutto famigliare lo hanno poi portato a lasciare questo incarico, conservando comunque la collaborazione con la Federazione. Si è poi dedicato alla formazione di maestri in Italia e all’estero, arrivando anche nella Repubblica Domenicana, in Nuova Zelanda, Algeria e Namibia. Dopo tanto viaggiare è poi tornato stabilmente nella sua terra, la Romagna, prima come responsabile tecnico del Circolo Ravennate della Spada e poi nella Società Schermistica Lughese. Qui allena tanti giovani promettenti che hanno già raggiunto alcuni importanti risultati.

Tra loro c’è Simone Greco, 19 anni, attualmente numero 4 del ranking nazionale under 20 e una passione per la scherma che lo accompagna da quando era bambino, sempre sotto l’attenta guida del Maestro Marzari. Le prime vittorie, il giovane Greco le ha ottenute già da ragazzino, quando gareggiava nelle categorie del Gran Premio Giovanissimi (età 11/14 anni). In queste occasioni ha vinto un titolo nazionale nella categoria “Maschietti” e ottenuto un terzo posto nella categoria Allievi. L’abitudine a salire sul podio non l’ha persa nemmeno crescendo. Nella stagione 2017/2018 si è guadagnato tre terzi posti nelle prove nazionali under 17, vinto il Torneo di Budapest under 17, la medaglia d’oro ai Campionati Europei under 17 di Sochi e quella di bronzo ai Campionati Mondiali under 17 a Verona. Infine, nel 2019 ha registrato un terzo posto nella prova nazionale under 20 a Ravenna. Tutti questi successi gli hanno fatto guadagnare la meritata convocazione – da cinque anni – agli allenamenti giovanili della Federazione Italiana Scherma, tra le fila degli Azzurrini.

Un altro giovane di belle speranze tra i ragazzi della Schermistica Lughese è il 17enne Guido Pirazzini. Il ragazzo, prima sotto al guida del Maestro Fulvio Barcucci e poi con Marzari, nonostante la giovane età ha già ottenuto alcune soddisfazioni, come la prima convocazione tra gli Azzurrini dopo aver ottenuto un sesto posto, tra 438 partecipanti, alla Prima prova nazionale under 17.

Un risultato, quest’ultimo, che segna un piccolo record per la Società Schermistica Lughese: sarà rappresentata da due atleti al prossimo allenamento degli Azzurrini, che si terrà a Formia nel Centro di Preparazione Olimpica dal 6 al 13 settembre, sotto la guida del ct Sandro Cuomo e del Maestro Marzari Guido, referente giovanile per le nazionali under 17 e under 20. A proposito di record, Guido Marzari è il maestro con più anni di servizio in Nazionale, che frequenta dal 1981.

Nonostante le molte difficoltà causate dalla recente emergenza sanitaria la Schermistica Lughese è pronta per ripartine nella prossima stagione con i suoi atleti, circa 70, con età tra i 6 e i 30 anni. Non solo, nei prossimi mesi ci saranno anche alcune novità. “Da quest’anno iniziamo anche l’attività paralimpica – spiega Guido Marzari -. Un progetto che abbiamo fortemente voluto in cui non ci è mancato il sostegno da parte della Federazione Italiana Scherma, che ci ha dato in comodato d’uso gratuito una pedana per disabili”.