Cassonetti che strabordano

Ultima possibilità per appoggiare la richiesta del gruppo “Differenziata si, disagi no” attraverso la raccolta firme, che saranno consegnate all’amministrazione con l’invito ad un incontro

Ancora pochi giorni per partecipare, a Lugo, alla raccolta firme lanciata con il supporto del gruppo creatosi su Facebook “Differenziata si, disagi no”. Nato a fine marzo dall’iniziativa della lughese Lorena Zoratti, il gruppo dà voce a tutti coloro che non sono soddisfatti del sistema di raccolta dei rifiuti introdotto da Hera in sostituzione dei cassonetti dell’indifferenziato. “Un disagio – sottolinea Lorena – legato in particolare alle dimensioni dei bidoni distribuiti a domicilio e delle tempistiche della raccolta, del tutto insufficienti a garantire il corretto smaltimento. Il passaggio così diradato per la differenziata e l’organico non è sufficiente a scongiurare un potenziale problema igienico – sanitario – evidenzia. “Per esempio, i pannolini dei bambini, degli anziani e dei disabili necessitano di uno smaltimento giornaliero. Invece devono essere conferiti nell’indifferenziato che attualmente viene raccolto una, massimo due volte a settimana. Ciò significa che i rifiuti stagnano nei bidoni per giorni e giorni. Lo stesso dicasi per le attività con scarti organici. Con l’arrivo delle alte temperature estive – continua – i rifiuti accumulati in attesa del ritiro possono attirare insetti, mosche e probabilmente topi. Non si è tenuto conto che ci sono cittadini e attività penalizzati da spazi ridotti che non sanno dove mettersi 3 o 5 bidoni del pattume. Infine – conclude – non si è tenuto conto che i cittadini non possono e non vogliono tenersi in casa il fetore dell’immondizia per giorni”. A breve, le firme richieste per invitare l’amministrazione a individuare un sistema di raccolta capace di smaltire i rifiuti quotidianamente o al bisogno “sul modello – precisa Lorena – di quello che avviene in comuni come Imola, Bologna, Ferrara che hanno scelto di rendere disponibili i cassonetti con tessera”, saranno raccolte. Poi, saranno depositate alla casa comunale insieme ad una lettera indirizzata al Sindaco in cui il gruppo che fa capo alla pagina Facebook con Lorena Zoratti in primis, si renderà disponibile ad un incontro. I punti in cui i moduli di raccolta firme sono disponibili sono i seguenti:  Cuor Di Crai – P.Zza Garibaldi, 4-5-6;  Centro Estetico Princy – Via Foro Boario 30 – Globo; Pasticceria Roberta – Via Felisio 47; Xvapo- Negozio Sigarette Elettroniche – Via Foro Boario 30 – Globo;  Macelleria Valenti Di Bulzacca – Via Piano Caricatore 45; Crai Extra/ Pagliuti Via Provinciale Felisio, 84; Eni Station (Stazione Di Servizio) – Viale De’ Brozzi 79 – Bizzuno – Hara Spazio Benessere – Via Sentiero Bizzuno 10- Villa San Martino ; Bar Circolo Acli – Via Provinciale Bagnara 66.