Donato un volume che ripercorre la vita del sistema posta dall’Unità d’Italia a oggi

Questa mattina le Poste Italiane hanno donato al Comune l’opera dello storico Valerio Castronovo “Le poste in Italia”, edita da Laterza, che ripercorre le vicende del sistema postale italiano dall’Unità ai giorni nostri, da azienda di Stato a società per azioni in linea con l’evoluzione tecnologica e del mercato.
La direzione provinciale con questa donazione intende arricchire il patrimonio librario delle biblioteche comunali ravennati, mettendo a disposizione della cittadinanza, di studiosi e ricercatori un lavoro realizzato da cinque docenti universitari sotto la direzione di Castronovo, uno dei maggiori esperti di storia economica.

Per l’occasione, nella sede centrale delle Poste, in piazza Garibaldi il direttore provinciale Mario Chiarelli e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi hanno incontrato gli studenti della scuola media Damiano Novello, accompagnati dalla vicepreside Marisa Capurso.
Mingozzi ha ripercorso la storia dei 150 anni dell’unità d’Italia, nei quali le Poste Italiane “sono state protagoniste degli sforzi di unificazione tra le varie parti del Paese, finendo con il costituire una delle poche strutture che in linea con il principio patriottico dell’unificazione hanno consentito scambi di informazioni e collegamenti determinanti”. Agli studenti il vicesindaco ha illustrato poi le iniziative che coinvolgeranno Ravenna nelle celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia, ricordando come “siamo una delle città che si sono mosse per prime, grazie anche all’interesse che i giovani stanno dimostrando sia sulle vicende risorgimentali sia sui valori e sugli ideali dell’unità d’Italia”.