Da venerdì parte la programmazione regolare, con Harry Potter e quattro titoli d’essai

Dopo mesi di buio, sono tornate ad accendersi le luci della multisala Astoria. Ieri sera si è svolta la cerimonia di inaugurazione della sua nuova ‘vita’ come cinema-teatro – con il concerto dell’orchestra Arcangelo Corelli, che ha eseguito brani di colonne sonore – e da questa sera cominceranno le proiezioni aperte al pubblico.
Le giornate felliniane, rassegna dedicata al grande regista riminese, proseguiranno fino al 18 novembre con la proiezione, ogni sera (inizio alle 21, ingresso 3 euro), di uno dei suoi capolavori. Questa sera, martedì 16 novembre, “Amarcord”; mercoledì 17 novembre, “La Strada”; giovedì 18 novembre, “Ginger e Fred”.

Questa sera ci sarà anche il preludio alla ‘stagione lirica’, con il maestro Riccardo Muti che dirigerà, alle 20.45, il Don Pasquale di Gaetano Donizetti in forma di concerto. Muti sarà presente in sala. Il maestro sarà il protagonista di altri due appuntamenti con l’opera sul grande schermo dell’Astoria: il 30 novembre toccherà a La Betulia liberata di Mozart, mentre il 14 dicembre sarà la volta sempre della Betulia liberata, ma nella versione di Niccolò Jommelli. (Concerti Muti: ingresso intero 13 euro, ridotto 10).
La rassegna lirica vera e propria, “Buona la prima”, debutterà invece il 7 dicembre. In programma per le festività natalizie anche diversi concerti in collaborazione con l’orchestra Arcangelo Corelli.

La programmazione vera e propria comincerà venerdì 19 novembre. Tra i titoli della prima settimana, il blockbuster ‘Harry Potter e i doni della morte. Parte prima’ e i film d’essai ‘Porco Rosso’, capolavoro di animazione di Hayao Miyazaki; ‘I fiori di Kirkuk’,  riproposizione della storia di Romeo e Giulietta ai tempi del regime di Saddam Hussein; ‘Noi credevamo’, storia di tre giovani meridionali affiliati alla Giovine Italia; ‘Dalla vita in poi’, un Cyrano de Bergerac in versione femminile.