Oggi in municipio la presentazione dell’iniziativa

E’ stato presentato questa mattina in municipio, alla presenza del vicesindaco Giannantonio Mingozzi, il “Muro del fair play città di Ravenna”.

“Il fair play è una regola piena di regole importanti che esprimono il concetto della lealtà”; “essere giusti, non imbrogliare e dire scusa quando si fa un fallo”. Ma anche: “La cosa più importante è divertirsi sempre”. Sono alcuni dei 160 “mattoncini”, cartoncini con i pensieri dei bambini e dei ragazzi che giocano in dieci società sportive cittadine, che questa mattina nella sala preconsiliare del municipio sono andati a formare “Il muro del Fair Play città di Ravenna”, quattro pannelli per una larghezza complessiva di quattro metri e altezza di 1,80.
 

L’iniziativa, ideata da Daniele Carloni e dallo staff di Amicosport, è stata realizzata nel corso dell’omonima trasmissione televisiva “Amicosport”, andata in onda su Videoregione e Canale 11 (i ragazzi di Ravenna hanno partecipato alle prime cinque puntate).
Oggi i ragazzi hanno ricostruito il muro in Comune, sotto lo sguardo dei genitori, di Marco Susanna e Fausto Furgani in rappresentanza di Amicosport e del vicesindaco Giannantonio Mingozzi.
 

Alla realizzazione del muro del fair play hanno partecipato i ragazzi delle associazioni Ravenna calcio, polisportiva Edera Ravenna, Prosider Low Ponte, Canottieri Ravenna, Azzurra Mattei, Portuali lotta e pallavolo, Compagnia dell’albero sezione calcio e sezione rugby, San Pietro in Vincoli calcio e San Pietro in Campiano karatè.
 

Il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha ringraziato tutti i ragazzi e ha dedicato loro, a nome della squadra di calcio del consiglio comunale, un 161° “mattoncino”, affisso insieme con tutti gli altri, che recita: “A tutti i ragazzi che con il loro esempio sportivo hanno dato una lezione agli adulti”.
 

Mingozzi, facendo riferimento a quanto accaduto ieri pomeriggio a San Martino in Strada, dove al termine di una partita di calcio a scopi benefici tra bambini di 11 anni un viceallenatore ha dato una testata all’arbitro, ha detto: “Di fronte a questi brutti esempi le nostre speranze in voi diventano ancora più grandi. La cosa più bella, che emerge da tutti i vostri messaggi, è l’importanza del rispetto per il prossimo, durante le competizioni sportive, ma anche in famiglia e nella vita di tutti i giorni. Il coraggio di affrontare e superare i modelli negativi che a volte purtroppo vi vengono offerti dagli adulti vi dovrà accompagnare per tutta la vita e far diventare persone migliori”.
 

Il pensiero del vicesindaco è poi andato anche a quegli adulti, “e per fortuna sono tanti, che prestando la loro opera volontariamente permettono alle società sportive di operare e a voi di crescere nel rispetto dei valori che oggi avete dimostrato di avere acquisito e fatto vostri”.
 

Mingozzi ha concluso il suo intervento dichiarando che il muro del fair play resterà in municipio per circa un mese e verrà mostrato al presidente della Repubblica Napolitano in occasione della sua visita in città l’8 gennaio.