Sgominata una banda internazionale

Non conosceva confini l’organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti smantellata dalla Guardia di finanza di Ravenna.
Nell’ambito di indagini volte al contrasto del traffico e dello spaccio di droga, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Ravenna, nella prima mattinata di oggi, i militari del nucleo di polizia tributaria delle Fiamme Gialle hanno dato esecuzione a dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Tutti i destinatari, tre dei quali già detenuti nei carceri di Ravenna e Chieti, sono stati rintracciati tra Ravenna, Riccione e Borghi (Fc). Solo per uno è scattata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Sogliano al Rubicone.

Questo è stato il risultato di indagini di lungo corso, iniziate nel 2009. L’attività investigativa ha permesso di smantellare un sodalizio criminoso composto da cittadini albanesi, tunisini e italiani. Lo ‘scopo sociale’ era il traffico di stupefacenti, dalla cocaina all’eroina, nelle province di Ravenna e Rimini. Alle dieci persone arrestate si aggiungono otto denunce a piede libero.
Cospicuo il quantitativo di droga sequestrato: 2 kg di cocaina, uno dei quali stava per essere immesso sul mercato in concomitanza con i festeggiamenti di Capodanno, e 1 kg di eroina.

I controlli eseguiti dalla Finanza hanno anche permesso di segnalare 9 extracomunitari non in regola con il permesso di soggiorno.