Fonometro e termometri per rumori molesti e corretta conservazione degli alimenti

Da oggi gli agenti della Polizia Municipale di Ravenna saranno provvisti di nuove e sofisticate strumentazioni di controllo, acquisite attraverso il progetto “Insieme miglioriAMO Ravenna”, confinanziato dalla Regione Emilia-Romagna.
 

Si tratta dell’acquisizione di un fonometro provvisto di stampante, attraverso il quale gli agenti della Polizia municipale potranno misurare l’entità in decibel del disurbo acustico, a riscontro della veridicità della segnalazione pervenuta, e se del caso chiedere l’intervento degli organi competenti. A beneficiarne saranno i cittadini il cui sonno è disturbato dal latrare di cani, o dal verso di altri animali, o da altri rumori che turbano la quiete pubblica.
 

Accando al fonometro, la nuova dotazione riguarda anche l’approvigionamento di tre particolari termometri che consentiranno alle pattuglie impegnate nel controllo della circolazione stradale e agli agenti dell’Ufficio Commerciale e Tutela del Consumatore, di verificare le temperature durante il trasporto e lo stoccaggio delle derrate alimentari, per la cui conservazione sono richieste determinate condizioni climatiche.
 

I nuovi acquisti, del valore complessivo di oltre 4mila euro, sono stati possibili grazie ai finanziamenti corrisposti dalla Regione al progetto del Corpo, “Insieme miglioriAMO Ravenna”, e che nell’arco di un anno ha permesso alla Municipale di aumentare la dotazione di attrezzature all’avanguardia: telecamere mobili, scanner per la verifica di autenticità di documenti, oltre naturalmente ai più tradizionali etilometri, pretest e telelaser.

“Queste apparecchiature – commenta il comandante della Polizia Municipale Stefano Rossi – sono essenziali per svolgere in modo sempre più efficace i nostri compiti di tutela della sicurezza del traffico da un lato, e contribuire al miglioramento della qualità della vità dei cittadini dall’altro.
Proprio per questo i nuovi fonografi e termometri ci aiuteranno a superare le problematiche, di cui siamo investiti, con un centinaio di segnalazioni all’anno soprattutto d’estate, riguardanti i rumori molesti che causano notti insonni ai ravennati.
 

Daremo inoltre un contributo alla salute dei consumatori grazie ai termometri, potendo da oggi intercettare, durante il trasporto, il giusto grado di conservazione degli alimenti destinati al commercio e al consumo”.