Multata anche la ditta titolare

Guidava l’autocarro di una ditta, ma non aveva né patente né assicurazione. Un 31enne albanese è stato fermato ieri per un controllo dopo un sorpasso azzardato dalla Municipale, che ha rilevato la mancanza totale di documenti.

L’uomo, che era alla guida di un piccolo autocarro, di proprietà di una ditta di tendaggi ubicata in zona San Biagio, è stato fermato sulla Statale Adriatica da una pattuglia dell’ Infortunistica della Municipale.

A carico del giovane, oltre alla denuncia, sono scattate sanzioni per oltre 800 euro, mentre il veicolo è stato sequestrato ai fini della confisca. Contestualmente è stata multata la ditta per incauto affidamento.

La violazione è stata accertata nell’ambito di servizi mirati, di controllo del territorio, finalizzati a colpire tutti quei comportamenti alla guida che più mettono a rischio la sicurezza della circolazione, quali, fra gli altri: uso del telefonino, velocità pericolosa, transiti con semaforo rosso, sorpassi irregolari, come nel caso in questione. 

“Dal 1 marzo ad oggi – dichiara il comandante Stefano Rossi – su 70 infrazioni accertate dal solo Ufficio Infortunistica della Pm nel corso di questi “specifici” servizi, è emerso che la consuetudine più diffusa alla guida (40% circa ) è ancora quella relativa all’uso del cellulare”. Sono, infatti, 28 gli automobilisti sorpresi a violare tale norma.

Nei restanti casi, i verbali contestati riguardano, in egual misura, il mancato rispetto della segnaletica orizzontale e verticale; un 10%, invece, è costituito da violazioni inerenti la “velocità pericolosa” (in funzione della caratteristiche della strada, del veicolo, alle condizioni del traffico, etc.).

Il codice della strada prevede, per chi fa uso di apparecchi telefonici durante la marcia, non solo ai fini della conversazione ma per qualsiasi altra operazione che comporti distrazione e/o impegno delle mani (come ad es. la consultazione della rubrica telefonica o la lettura di un messaggio), una sanzione amministrativa pari a 152 euro con decurtazione di 5 punti dalla patente.