La diagnosi medica ha molte similitudini con l’approccio al caso intricato descritto nei romanzi polizieschi o nei gialli in cui si cimentano gli investigatori famosi. Questo è già un elemento che puó rendere interessante il cercare di capire di che cosa siano morti i Padri della Patria.

L’argomento è stato affrontato, in  più saggi apparsi sulla rivista “Libro Aperto”, dal Professor Venerino Poletti. Al Circolo Ravennate e dei Forestieri, ieri pomeriggio, una lettura dell’autore di questi saggi ha presentato in maniera divulgativa perché Cavour sia morto di una rara malattia del sangue piuttosto che di malaria, perché Garibaldi abbia perso la ultima battaglia contro l’aterosclerosi, perché Mazzini possa essere morto per colpa di un tumore all’esofago e infine perché Vittorio Emanuele II abbia ceduto alle lusinghe di una banale polmonite.

La lettura, presentata da Beppe Rossi, Presidente del Circolo, è stata commentata dal Direttore della rivista “Libro Aperto”, Antonio Patuelli.