Oltre alla droga, cellulari e sim per ogni esigenza

Si aggirava, domenica sera, a bordo di un’auto piuttosto malandata nei pressi di via Trieste. Una pattuglia della 1ª Compagnia della Guardia di Finanza di Ravenna, durante un servizio di perlustrazione, ha notato il fare sospetto e apprensivo di un soggetto e lo ha fermato per un controllo ordinario. 

L’uomo, risultato essere un 37enne milanese residente a Lido Adriano, ha confermato le impressioni destate nei militari. Le vaghe risposte fornite alle domande rivolte dai finanzieri e gli evidenti sintomi di nervosismo hanno portato i militari ad approfondire le indagini.

Il successivo controllo ha portato alla luce 14 dosi di cocaina abilmente confezionate e pronte per l’immissione sul “mercato”. La perquisizione domiciliare nell’abitazione di Lido Adriano ha poi permesso alle Fiamme Gialle di sequestrare cocaina per 8,5 grammi, 650 euro in banconote di vario taglio, ben 7 telefoni cellulari e 4 sim,  utilizzati dal pusher a seconda del tipo di comunicazione, personale o “di lavoro”.

Allo spacciatore, arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, adesso non è rimasto che un telefono a disposizione: quello del carcere.