L’intervento del direttore di Servimpresa Luca Silvestrone

Il direttore generale di Servimpresa Luca Silvestrone interviene sulla questione dei parcheggiatori abusivi. “Dopo aver letto le polemiche relative alla proposta di  legalizzare i posteggiatori abusivi di piazza Kennedy – spiega Silvestrone – abbiamo deciso di intervenire alla nostra maniera, cioè mettendoci la faccia, perché riteniamo davvero che, questa città, meriti qualcosa di più di queste proposte, ordinanze, gestioni che nulla hanno a che vedere con il buonsenso.

Una città importante, candidata a diventare Capitale della Cultura, che deve sopportare politiche contro il turismo, consorzi che saltano, orfanelle depredate, ed ora anche la legalizzazione dei posteggiatori abusivi. Ora aspettiamo la legalizzazione degli scippatori delle vecchiette, quella degli scassinatori di bancomat, dei saccheggiatori delle offerte in Chiesa. 

Se davvero piazza Kennedy necessita di posteggiatori non abusivi, l’amministrazione comunale deve bandire un concorso pubblico aperto a tutti, italiani ed extracomunitari in regola, che possono aspirare a questi posti. Perché i lavoratori della Pansac non possono partecipare? Perché i tanti giovani disoccupati devono assistere a queste sceneggiate indecorose?

Per questi motivi Servimpresa Ravenna domani pomeriggio alle 15,00 ha organizzato un’ iniziativa in piazza Kennedy. Assieme a ragazzi disoccupati aiuteremo i cittadini ravennati a posteggiare le auto chiedendo di essere legalizzati al pari degli altri abusivi.

Chiediamo la partecipazione della stampa per dare visibilità alle tante persone oneste, disoccupate, che non chiedono favoritismi, ma con dignità chiedono di essere trattati alla stregua degli altri, italiani o non che siano”.