Dal 1° maggio sono scattate ulteriori esenzioni dal ticket per le prestazioni di Pronto Soccorso, così come previsto dalla delibera di Giunta Regionale 389/2011.

Queste le nuove condizioni patologiche che danno diritto all’esenzione: colica renale, crisi di asma, dolore toracico, aritmie cardiache, glaucoma acuto, corpo estraneo oculare, sanguinamento dal naso, corpo estraneo nell’orecchio, complicanze di intervento chirurgico che determinano il ricorso al pronto soccorso entro 3 giorni dalla dimissione ospedaliera, problemi e sintomi correlati alla gravidanza.

Le nuove esenzioni, spiega l’Ausl, vanno ad aggiungersi a quelle già in vigore, che restano confermate e riguardano: prestazioni erogate nell’ambito dell’Osservazione Breve Intensiva (OBI) per situazioni cliniche che necessitano di un iter diagnostico-terapeutico di norma non inferiore alle 6 e non superiore alle 24 ore; prestazioni seguite da ricovero; prime prestazioni riferite a trauma con accesso al Pronto Soccorso entro 24 ore dall’evento; prestazioni riferite a trauma con accesso al Pronto Soccorso oltre 24 ore dall’evento nei casi in cui si dia contestualmente corso ad un intervento terapeutico; prestazioni riferite ad avvelenamenti acuti; prestazioni erogate ai soggetti di età inferiore ai 14 anni; prestazioni riferite ad infortuni sul lavoro; prestazioni richieste dai medici e Pediatri di Famiglia, da medici di Continuità Assistenziale (guardia medica) o da medici di altro Pronto Soccorso; prestazioni riferite alle persone straniere temporaneamente presenti se indigenti ed ai sensi della normativa vigente.

Inoltre sempre dal 1 maggio le esenzioni dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistici in base al reddito, dovranno essere documentate dal cittadino tramite esibizione del certificato di esenzione rilasciato dall’AUSL di residenza o, in caso di invio da parte del medico curante, tramite indicazione dell’esenzione sulla ricetta. I cittadini aventi diritto, che non hanno ancora provveduto, possono presentare la certificazione e ritirare l’attestato di esenzione in tutti gli sportelli Cup, nella normale fascia di apertura del mattino.