Aumentano i reati

Al motto “Sicurezza partecipata e condivisa” si svolgerà, domani, la Festa della polizia per il 159esimo anniversario della fondazione del corpo. La cerimonia si svolgerà al teatro Masini di Faenza, alle 10.

Per l’occasione, la questura ha tracciato un bilancio dell’attività anticrimine, affermando che “al momento, a Ravenna, non risultano aver trovato terreno fertile le tradizionali organizzazioni criminali di tipo mafioso e neppure transazionali”.

Delitti in aumento

Dall’analisi dei dati statistici, emerge che il tasso di delittuosità in città e provincia, nel periodo 30.04.2010-30.04.2011 registra un lieve aumento; infatti nell’anno in esame sono stati denunciati all’A.G. nr. 3330 delitti, contro nr.3244  del  corrispondente periodo 2009/2010 (+ 2,6%). 

L’attività di repressione si è tuttavia rivelata più che significativa, poiché sono state arrestate, da tutte le componenti della Polizia di Stato della provincia, n. 277 persone (nr. 212 persone l’anno precedente) e deferite in stato di libertà 793 persone (nr. 861 persone l’anno precedente). 

Reati contro la persona

Si è registrato un lieve aumento dei reati di lesioni dolose, passati da 127 (nel 2009/2010) a 136 (nel 2010/2011) con deferimento all ’A.G. di 98  persone delle quali nr. 13 in stato di arresto. Analogamente dicasi  per quanto concerne le minacce, passate da 111 a 125 mentre le ingiurie sono passate da 107 nel 2009/10 a 99 nel 2010/2011.

Anche il numero delle violenza sessuale denunciate è aumentato di una unità, passando da 17 a 18 (in un caso di tali violenze, parte offesa è un minore infraquattordicenne). Le indagini in questo settore, hanno condotto alla denuncia in stato di libertà  nr. 12 persone e all’arresto di nr. 5 persone.

Stupefacenti

Nella materia relativa allo smercio di sostanze stupefacenti, nel periodo in esame si sono registrati 74 episodi contro i 58 dell’anno precedente, conclusisi con l’arresto di 50 persone e la denuncia in stato di libertà di 20; sono state inoltre segnalate amministrativamente ( ex art. 75 D.P.R. 309/90) alla Prefettura, nr. 33 persone.

L’attività di repressione ha permesso di sequestrare i seguenti quantitativi di sostanze stupefacenti : 

 - eroina gr. 8.322,2;

 - cocaina gr. 19.298,59;

 - hashish gr. 1.362,54

 - marijuana gr. 321.024,95

 - piante di marijuana Kg. 1.820 

 Inoltre sono state sequestrate somme  per un ammontare di € 55.176.

Il fenomeno della prostituzione permane di impatto sulla sicurezza per i riflessi che genera sulla collettività sia dal punto di vista del decoro, sia perchè alimenta il circuito criminoso, praticamente esclusivo, di cittadini immigrati. Sul piano della prevenzione sono senza soluzione di continuità i servizi  finalizzati alla dissuasione delle persone dedite al meretricio e relativi clienti, per stroncare il fenomeno. Gli strumenti messi in campo dalle amministrazioni locali (ordinanze, divieti, ecc.) agevolano l’opera incessante del personale delle forze di polizia. 

Reati contro il patrimonio

Relativamente al numero totale di furti, nr. 1.597, si è registrato un aumento nell’anno 2010/11 rispetto all’anno precedente, del 5,13% circa. In particolare sono stati denunciati 13 furti con strappo, 137 furti con destrezza, 224 furti in abitazione, 196 furti in esercizi commerciali, 231 su auto in sosta, 2 furti di automezzi pesanti, 42 furti di autoveicoli e 44 furti di ciclomotori e motocicli. 

Nel campo dei reati fraudolenti si registra una flessione delle truffe informatiche, giacché sono nr. 96 nell’anno in esame, rispetto  a  nr. 101 nello stesso periodo dell’anno precedente.

Sono leggermente aumentate le rapine: nr. 55 nel 2010/11 rispetto a nr. 51 nel 2009/10 (+7,3%). L’attività  di P.G in detto settore ha portato all’arresto di 10 persone e alla denuncia in stato di libertà di 8.

Invariati sostanzialmente i casi di ricettazione registrati in numero di 30 a fronte dei 31 del 2009/10. In aumento le denuncie di estorsione che nel periodo in esame sono state nr. 8 mentre quelle dell’anno precedente sono state nr. 4. 

Anche per i reati di danneggiamento vi è una lieve flessione (-25%) poiché se ne registrano 241 contro i 303 del 2009/10.  

Commercio ambulante

Il commercio ambulante abusivo assume caratteristiche di rilievo nel pieno della stagione estiva, in particolar modo lungo la riviera ravennate e quella cervese. Nel corso dell’anno 2009 sono stati pianificati, in collaborazione con altre Forze di Polizia, molteplici operazioni di contrasto a tale fenomeno, conseguendo brillantissimi risultati..

Misure di Prevenzione adottate dalla Divisione Anticrimine

La Divisione Anticrimine, nel periodo 01.05.2010 – 30.04.2011, ha espletato indagini di Polizia Giudiziaria conclusesi con il deferimento alla competente A.G. di nr. 185 persone:

I provvedimenti di “ Ammonimento” ex art. 8 D.L. 11/2009 per atti persecutori     ( stalking ) emessi nel periodo in esame sono stati nr. 15.

Le persone destinatarie di “Avviso del Questore” ai sensi della Legge 1423/56 sono state nr.235.

Le persone rimpatriate con Foglio di Via Obbligatorio e Divieto di Ritorno sono state nr.136 .

Questo Ufficio ha inoltrato nr. 4 proposte di  Sorveglianze Speciali della P.S. di cui una con obbligo di soggiorno, nei confronti di altrettanti soggetti malavitosi.

Per infrenare la violenza negli stadi sono stati emessi nr. 6  Divieti di Accesso alle manifestazioni sportive.

Gli interventi richiesti per la composizione bonaria dei privati dissidi (ex art. 1 T.U.L.P.S.) sono stati nr.35.

Nr. 357 sono state le persone controllate nel corso dei servizi relativi ai sottoposti a misure di sicurezza e misure alternative alla detenzione in carcere.