La proposta di Gianguido Bazzoni (Pdl)

“Bene ha fatto il nostro consigliere comunale di Ravenna, Alberto Ancarani, a dichiarare in maniera decisa che dobbiamo rispettare gli impegni elettorali e procedere celermente con l’abolizione delle province, che non hanno più ragion d’essere nelle nostra realtà politico-amministrativa”. A parlare è il consigliere regionale Pdl Gianguido Bazzoni.

 

“Ancarani ha rappresentato l’opinione della totalità dei militanti e degli elettori del Popolo della Libertà, come ho potuto verificare anche in questi ultimi mesi, in cui i ritardi nell’attuazione del programma hanno trasformato i mugugni di insoddisfazione in un vero e proprio boato – dichiara Bazzoni.

 

E’ mia ferma convinzione che, nel momento in cui è in pericolo la stabilità della Repubblica e si chiedono forti sacrifici soprattutto alle classi medie, vada dato un segnale forte che la classe politica ha capito il messaggio dei cittadini e che si cambia finalmente rotta.
L’abolizione delle province non deve riguardare solamente poche piccole realtà, ma deve essere totale e rappresentare un momento di quella riforma generale dello stato che il nostro Paese non può più rimandare, pena un declino inarrestabile.
Sarebbe un grande segnale per i cittadini se questa proposta fosse approvata all’interno della manovra finanziaria che le camere si apprestano a discutere e diventerebbe un elemento di equità nella manovra stessa, di moralizzazione e modernizzazione anche nel modo di fare politica. Su questo impegno dovrebbe essere misurata la reale volontà di sostenere il governo ed ogni forza politica si deve assumere le proprie responsabilità di fronte al Paese.

Questa, che era una grande battaglia liberale, sostenuta prima da Forza Italia e poi dal Popolo della Libertà, non può essere lasciata a Di Pietro ed i suoi accoliti, ma deve essere la bandiera del Presidente Berlusconi e di tutto il gruppo Governo.

 

Da parte mia e come Coordinamento provinciale verrà messa in campo ogni azione possibile per arrivare a questo risultato e confido che tutto il gruppo dirigente del PdL ravennate mi sia accanto in questo impegno”.