Il commento di Coldiretti

Con un settembre da record per sole e temperature la vendemmia 2011, in anticipo di almeno 10 giorni rispetto al normale calendario, è ormai in pieno svolgimento in tutta la Provincia.

 

“Le alte temperature di questi giorni – si specifica in una nota di Coldiretti Ravenna – stanno accelerando la maturazione di tutte le uve in tutto il territorio ravennate a partire dalla collina, che si presenta con un ottimo grado zuccherino ed una quantità delle uve inferiore a quanto preventivato in agosto”.

 

“Una vendemmia scarsa in quantità ma ottima in qualità – è il commento di Antonio Sangiorgi, direttore di Coldiretti Ravenna – che sommata alle scarse giacenze di vino esistenti nelle cantine, sta scatenando gli operatori del settore in una vera e propria caccia al prodotto per assicurarsi le necessarie partite; con ovvie conseguenze sul livello delle quotazioni delle uve, che registrano aumenti di prezzo giorno dopo giorno”.

 

“Finalmente, è il commento di Coldiretti Ravenna, un settore- in questa vituperata annata 2011- che si presenta in grado attutire le pesanti perdite registrate dal comparto peschicolo, fornendo agli agricoltori un finale di annata un po’ meno amaro”.

 

“A questo punto – conclude il presidente Massimiliano Pederzoli – ci auguriamo che la Commissione Vini della Camera di Commercio  prenda atto della realtà di mercato e non si arrocchi in difesa o su posizioni bizantine, nel tentativo di non riconoscere a Cesare quel che è di Cesare”.

 

I numeri della viticoltura Ravennate   (1) Valori di stima

     Ettari

16.000 (14% della Superficie Agraria Utile)

     Produzione(1)

2.500.000 – 2.600.000 quintali

    Valore della Produzione(1)

65-70 milioni euro