Domani il presidio ai piedi del Municipio

La giunta del Comune di Ravenna aderisce a “Sabato in Comune”, iniziativa promossa nella giornata di sabato 1 ottobre dall’Anci e dalla Lega delle Autonomie locali per informare i cittadini sugli effetti della finanziaria sui servizi degli enti locali.

 

Domani, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18,30 sindaco e Assessori saranno presenti,  a turno, nel presidio che sarà allestito ai piedi dello scalone del Municipio per parlare con i cittadini che vorranno avere spiegazioni sugli effetti della nuova manovra economica. Effetti che, per quanto riguarda il nostro Comune, equivalgono a un taglio di 11 milioni di euro nel bilancio per l’anno prossimo determinando una situazione che il sindaco Fabrizio Matteucci e l’assessore al bilancio Valentina Morigi preannunciano – “molto delicata e difficile” per la diminuzione della ‘parte corrente’.

 

“Se non troviamo le risorse necessarie per coprire questi tagli – aggiungono -  a farne le spese saranno, prima di tutto, i cittadini ai quali non potremo più garantire i servizi.
L’inasprimento dei vincoli del patto di stabilità costringerà il Comune di Ravenna a non fare più investimenti e mette a rischio anche gli investimenti già cantierati. Questo significa, ad esempio, non fare più la manutenzione delle strade e nelle scuole. In un momento di crisi economica pesante come questo, significa abdicare anche alla funzione di motore dell’economia locale svolto appunto dal Comune grazie ai cantieri dei lavori pubblici. Non siamo degli irresponsabili: il Comune di Ravenna non si rifiuta di partecipare al risanamento della finanza pubblica, pretendiamo però che questo risanamento si faccia preservando i criteri di equità e di crescita, sia nel contributo che viene richiesto  ai cittadini, sia in quello che si chiede agli enti locali”.