La famiglia di Rossella Urru, la giovane volontaria rapita il mese scorso  in un campo profughi in Algeria, annuncia l’apertura del blog www.rossellaurru.it.

 

“Amici cari,

in molti abbiamo vacillato di impotenza. Ci siamo sentiti infinitamente soli di fronte a tanto assurdo, svuotati da tanta assenza improvvisa. Così ci siamo chiusi in un lungo silenzio. Ma quello che noi credevamo un silenzio si è rivelato essere in realtà un coro di voci giunte da ogni dove. Un coro di solidarietà e di affetto che, dalla notte tra il 22 e il 23 ottobre, diventa sempre più accorato, sempre più grande e sincero.

Senza addentrarsi in considerazioni ed analisi di ordine politico o religioso, lasciando quindi che siano gli esperti ad occuparsene in altre sedi più appropriate, la creazione del blog www.rossellaurru.it vorrebbe solamente essere il punto di incontro fra tutte queste voci. Raccogliendo e condividendo in unico spazio libero e aperto a tutti le numerose testimonianze per l’immediata liberazione di Rossella.

Attendo la vostra preziosa collaborazione.

Un abbraccio grande a tutti,

Fausto, Mauro, Graziano e Marisa”.