L’interrogazione di Paolo Guerra (Lega Nord)

“In qualità di Consigliere Comunale in rappresentanza della Lega Nord Romagna, sono stato interpellato più volte dai residenti dell’area San Biagio prossima al centro storico e precisamente compresa nello stradario delle vie Portoncino, Portone, Dantona, Rampina, Scaletta, Mingaiola, dei Pozzi, Ferretti, Tarlazzi, Ghibuzza”. A parlare è il consigliere comunale Lega Nord Paolo Guerra.

 

“L’interruzione nei due sensi di circolazione di marcia della via Fiume Abbandonato – spiega Guerra – ha portato nel tempo molti automezzi a transitare, fra le altre, da via Ghibuzza, via Rampina e via Portone, determinando il congestionamento dell’area. A ciò si aggiunge che la possibilità di transito e di sosta in queste strade, unita alla vicinanza al centro storico di Ravenna, porta molti automobilisti non residenti a parcheggiarvi sottraendo, in modo ormai sistematico, lo spazio per le autovetture dei residenti. E’ sufficiente accedere almeno una volta in questa zona per verificare che le strade di cui si parla sono particolarmente strette e difficilmente percorribili senza che si crei un reale pericolo per i pedoni e per i residenti all’uscita dalle proprie case. In taluni punti, la situazione di parcheggio e di percorrenza venutasi a creare a causa dei non residenti, unitamente agli spazi ristretti, renderebbe proibitivo anche il passaggio di mezzi di soccorso e di emergenza, quali possano essere autoambulanze o vigili ai fuochi. I residenti hanno avviato una raccolta di firme che ad oggi vede la partecipazione di 50 nuclei familiari ai quali se ne aggiungeranno altri ancora e gli uffici competenti dell’amministrazione, pur riconoscendone un interessamento al riguardo, non hanno ancora dato seguito ad una tempistica di intervento ormai divenuta improrogabile.

 

Le strade di cui all’oggetto sono adiacenti al centro storico e precisamente delimitate ad angolo dal tratto iniziale di via Fiume Abbandonato e da quello di via Maggiore. 

In assenza delle circoscrizioni e in attesa di consulte periferiche, peraltro già caldeggiate dalla Lega Nord Romagna, le istanze della cittadinanza non possono che trovare la strada del Consiglio Comunale e per tale motivo ho presentato un interrogazione al riguardo. Il documento presentato chiede se e quando è prevista l’inclusione di questa area in Zona Traffico Limitato (Ztl), richiesta la quale, sostenuta anche dai residenti, andrebbe a completare la politica comunale volta alla riduzione del traffico cittadino”.