Interventi a Lido di Savio, Lido di Dante, Casalborsetti e Marina Romea

Su proposta di Andrea Corsini, assessore ai Lavori pubblici, la giunta ha approvato quattro progetti definitivi esecutivi del valore complessivo di 332.030 euro per la realizzazione di lavori di sistemazione delle spiagge emerse e sommerse di Lido di Savio, Lido di Dante e Casalborsetti, e per la sistemazione del tratto terminale del fiume Lamone, finalizzata alla riduzione degli insabbiamenti e dell’erosione dovuta al moto ondoso.

Gli interventi saranno finanziati per la maggior parte mediante i fondi facenti parte del sesto accordo di collaborazione tra Eni e Comune; alla realizzazione dei lavori sul fiume Lamone contribuirà anche l’associazione sportiva Circolo nautico di Marina Romea.
L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di terminare i lavori prima dell’inizio della stagione estiva.

 

In particolare, a Lido di Savio si effettuerà una operazione di dragaggio della spiaggia sommersa e refluimento a riva di circa 18.700 metri cubi di sabbia, utilizzando alcuni accumuli semisommersi, in modo da uniformare la linea di riva. L’intervento, per il quale saranno investiti 99.950 euro, è finalizzato sia alla protezione dell’entroterra e dell’arenile da eventuali ingressioni marine, sia a scopi di ripascimento. Sono gli stessi obiettivi che ci si prefigge di raggiungere a Lido di Dante, dove l’intervento, da 66.055 euro, prevede la sistemazione e il ripascimento della spiaggia emersa e sommersa delle zone di arenile a sud dello sbocco a mare dei Fiumi Uniti, tramite l’utilizzo degli accumuli di sabbia nella spiaggia semisommersa (movimentazione di 3.400 metri cubi di materiale) e la stesura di sabbia proveniente da siti autorizzati (2.500 metri cubi di materiale).
A Casalborsetti si interverrà nelle aree prospicienti la zona dei campeggi, a sud dell’abitato, dove è presente una difesa radente ricoperta in terra che ha perso parte del ricoprimento, con conseguente formazione di scalini. In questo caso si interverrà, attraverso un investimento di 66.135 euro, riposizionando sabbia proveniente dalla pulizia degli arenili.
Infine, per quanto riguarda il tratto terminale del fiume Lamone, a Marina Romea, è prevista, attraverso un investimento di 99.890 euro, la realizzazione di tre pennelli a ridosso dell’argine in massi in sinistra idraulica, in modo tale da garantire la permanenza di un alveo di magra indispensabile per il regolare deflusso delle acque in caso di piena del fiume. Il posizionamento di questi pennelli e il loro dimensionamento è scaturito da uno studio affidato dal Comune di Ravenna nel 2010 mediante la preventiva realizzazione di simulazioni con modelli numerici, che hanno tenuto conto dell’ equilibrio idraulico della zona in esame e della dinamica deposizionale/erosiva della zona di foce.