Al via oggi la raccolta firme in tutta Italia

E’ iniziata ufficialmente oggi la raccolta firme in tutta Italia per la proposta di legge di iniziativa popolare “Quorum Zero e Più Democrazia“. “Questa proposta di legge – spiega il Movimento 5 Stelle Ravenna – ha l’obiettivo di modificare alcuni articoli della Costituzione Italiana per migliorare l’utilizzo degli strumenti di democrazia diretta già esistenti e introdurne di nuovi in Italia, ma utilizzati da più di un secolo in altri paesi del mondo come la Svizzera e la California”.

 

“Ad oggi  – proseguno i grillini – l’unico strumento che i cittadini possono utilizzare è il progetto di legge di iniziativa popolare che richiede almeno 50.000 firme, per poter essere depositato in Parlamento, ed essere lì discusso. Le proposte di legge di iniziativa popolare presentate fino a fine 2005 e trasformate dal Parlamento in legge sono il 13%.
Il nostro obiettivo è quello di migliorare il funzionamento della democrazia italiana affiancando alla democrazia rappresentativa attuale, strumenti che diano la possibilità ai cittadini di far sentire la loro voce e di prendere decisioni che riguardano la cosa pubblica.

I punti qualificanti della proposta di legge sono i seguenti:

– Quorum zero in tutti i referendum.
– Revoca degli eletti, che previa raccolta di un numero elevato di firme, possono essere sottoposti a votazione di revoca del mandato (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia).
– Indennità dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto.
– Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove può essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini).

Oltre a questi si prevedono le seguenti ulteriori innovazioni:

– Iniziativa di legge popolare a voto parlamentare con obbligo di trattazione in parlamento in 12 mesi. Se ciò non accade diviene referendum e va al voto popolare.
– Nessun limite di materie referendabili (come in Svizzera), tutto ciò che può essere discusso dai rappresentanti, può essere messo a referendum e votato dai cittadini.
– Cittadini autenticatori (oltre alle figure previste oggi per legge).
– Obbligo di introduzione di strumenti di democrazia diretta a livello locale senza quorum.
– Possibilità da parte dei cittadini di modificare la costituzione (come in Svizzera dal 1891).

La realizzazione di questa proposta di legge è stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a sabato 11 febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo e di riunioni su internet. Questo testo finale è il risultato condiviso da un gruppo di persone di tutta Italia, appassionate ed esperte di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema”.

Il Movimento 5 Stelle di Ravenna appoggia l’iniziativa e parteciperà alla raccolta firme.

Maggiori dettagli sui contenuti della Proposta di Legge “Quorum Zero e Più Democrazia” sul sito web (http://www.movimento5stelleravenna.it/) e sul blog della campagna  (www.quorumzeropiudemocrazia.it).