L’intervento di Alberto Ancarani e Paolo Savelli (Pdl)

“In tutti i comuni dove ci sono consiglieri del Pdl verrà presentato un ordine del giorno per chiedere l’esposizione di una gigantografia dei due marò prigionieri in India e l’invio dei testi approvati al ministero degli Esteri e all’Ambasciata indiana in Italia.” Questa la dichiarazione di Alberto Ancarani e Paolo Savelli, coordinatore provinciale e vice vicario del Popolo della Libertà.
“Non si tratta di dare un giudizio preventivo di innocenza ma di pretendere il rispetto del diritto internazionale, palesemente violato dallo stato indiano in ragione di un episodio avvenuto in acque internazionali dove la giurisdizione appartiene al paese d’origine dei marò.
Va inoltre ricordato – concludono Ancarani e Savelli – che la magistratura italiana ha infatti già aperto un’inchiesta non essendo infatti l’impunità nei confronti di eventuali responsabilità riconosciute il motivo dell’azione del Pdl ma l’esigenza di pretendere il massimo rispetto del nostro paese e dei suoi rappresentanti impegnati a tutela delle nostre attività siano esse commerciali o strategiche”.