Ieri sera

 

Verso le 20 di ieri, i carabinieri di Ravenna sono intervenuti a Marina Romea, in via Spallazzi, perché si era accesa una zuffa nei pressi di un chiosco.

Giunti sul posto i militari hanno trovato due donne di origine russa di 40 e 45 anni, il figlio ancora minorenne di una di loro e un italiano del ‘75 che avevano appena concluso una vivace discussione tra loro, innescata per futili motivi e, spiegano i militari, per il molto alcol ingerito dagli adulti.

Le donne in particolare erano particolarmente esagitate e hanno rifiutato di farsi identificare. Poi hanno continuato a offendere e spintonare i militari che le stavano per portare in caserma.

Alla fine della serata brava hanno rimediato tutti una denuncia per rissa, mentre ai più esagitati sono stati anche aggiunti oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale nonché ubriachezza.

Non contento di avere già creato abbastanza guai, intorno alla mezzanotte l’italiano, appena uscito dalla caserma dove erano stati compilati gli atti a suo carico, ha raggiunto a piedi la sua auto e si è messo al posto di guida senza minimamente preoccuparsi di avere smaltito o meno la sbornia.

Appena ha accennato l’intenzione di mettersi in movimento è stato nuovamente fermato, sottoposto a etilometro e trovato positivo con tassi alcolemici superiori di quasi tre volte al massimo consentito. E’ stato denunciato anche per guida in stato di ebbrezza e lasciato definitivamente a piedi con il sequestro della vettura.