Omicidio-suicidio, l’uomo era stato denunciato per stalking

 

Una storia che durava da molti anni, finita da tempo: poi la tragedia di questa mattina, quando Gianfranco Saleri, imprenditore immobiliare, ha ucciso con un colpo di pistola – o forse vari – la ex compagna Sandra Lunardini, titolare del salone Sandra Hair Fashion di Milano Marittima. Poi ha rivolto l’arma contro di sé.  Alla scena, di fronte e dentro  al negozio, avrebbero assistito due collaboratrici della parruchiera: una è stata ricoverata in stato di shock all’ospedale.

Sandra Lunardini, nata nel 1964, lascia due figli. Saleri, 61 enne, di origine bresciana, viveva da tempo in zona. Era proprietario del negozio gestito dalla vittima. Pare che la donna avesse paura di quello che poi si sarebbe rivelato il suo assassino: si parla di varie denunce per stalking nei confronti dell’uomo, che girava armato.  Ora l’epilogo dell’omicidio-suicidio. 

f.g.

m.m.