Dal 1° ottobre

 Ritornano da lunedì 1° ottobre  anche a Ravenna le limitazioni antismog. Le principali novità  di quest’anno, spiega il Comune, sono l’applicazione anticipata dei limiti al traffico nella giornata del giovedì - a partire dal  4 ottobre anziché da gennaio – fino a giovedì 29 novembre; la sospensione dei provvedimenti per tutto dicembre. I blocchi del traffico del giovedì riprenderanno dal 10 gennaio fino al 28 marzo.

 

Restano invariati rispetto agli anni scorsi “gli orari in cui è in vigore il provvedimento antismog: 8.30-18.30 – e le strade interessate dalle limitazioni. Un’altra  novità riguarda la chiusura di una porzione più piccola, relativa al solo centro cittadino, per una domenica al mese. Il Comune sta predisponendo il calendario, che sarà reso noto a breve,  per far sì che le domeniche senz’auto siano compatibili con eventuali iniziative pubbliche fissate in quella giornata.

Tornando al blocco del giovedì, le disposizioni di divieto di transito riguardano i veicoli autoveicoli benzina euro 1, euro 2 e euro 3; autoveicoli diesel Euro 3 (non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato); ciclomotori e motocicli euro 1″.

 

Il perimetro dell’area interessata dai provvedimenti, lo stesso degli anni scorsi, è delimitato dalle seguenti strade che sono escluse dai provvedimenti: Via Faentina (tratto Via G. Fuschini – Rotonda Spagna), Rotonda Spagna, Viale S. Allende, Rotonda Andorra, Viale G. Saragat, Rotonda Portogallo, Rotonda Olanda, Via Fiume Montone Abbandonato (tratto Rotonda Olanda – Piazza della Resistenza), Piazza della Resistenza, Circonvallazione Fiume Montone Abbandonato (tratto Circonvallazione al Molino – Via Belfiore), Piazza N. Vacchi, Via A. Missiroli, Viale S. Pertini, Rotonda Lussemburgo, Viale V. Randi (tratto SS. 16 Adriatica – Via A. Missiroli), Via Cassino (tratto Viale V. Randi – Via Sighinolfi), Via Sighinolfi, Via M. Pascoli, Viale E. Berlinguer, Rotonda Irlanda, Viale A. Gramsci (compresa la rotonda situata all’intersezione con Via Bassano del Grappa e Via Tanaro), Viale Po, Rotonda Grecia, Via Romea (tratto Rotonda Grecia – Rotonda Gran Bretagna), Viale Europa, Via Don C. Sala (nel tratto compreso fra Viale Europa e Via Foglia), Rotonda Germania, Rotonda Francia, Via Destra Canale Molinetto (tratto ingresso al parcheggio del Pala de André – SS. 67 Tosco–Romagnola), Rotonda Finlandia, Via Trieste (tratto ingresso al parcheggio del Pala de André – Rotonda Danimarca), Rotonda Danimarca, Via A. Monti, Via d’Alaggio, Rotonda Belgio, Via delle Industrie (tratto Via Romea Nord – Rotonda Belgio), Via Romea Nord, Rotonda Montecatini, Viale E. Mattei, Rotonda Svezia, Via Fosso Dimiglio, Via S. Alberto (tratto Linea ferroviaria Ravenna-Ferrara – Via Fosso Dimiglio), Via Naviglio, Via Rotta (tratto Linea ferroviaria Ravenna-Ferrara – Via Naviglio), Via Canalazzo (Linea ferroviaria Ravenna-Bologna – Via Naviglio), Nuova Rotonda (all’intersezione fra Via Naviglio, Via S. Cavina e Via G. Fuschini) e Via G. Fuschini.

 

All’interno del perimetro, dall’1 ottobre fino al 29 marzo (eccetto il 2 novembre), dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 18.30 entreranno in vigore anche le limitazioni per i veicoli più vecchi, ritenuti più inquinanti: a benzina precedenti all’euro 1; diesel precedenti all’euro 2; diesel euro 2 non dotati di sistema di riduzione della massa di particolato; ciclomotori e motocicli a due tempi precedenti alla normativa euro 1;  veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 precedenti all’Euro 3, ovvero non dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili, ai fini dell’inquinamento da massa di particolato, quali Euro 3 o categoria superiore.