La nota di Guerra (Lega): “Risorse, necessario completare il quadro”

Per il consigliere comunale della Lega Nord Paolo Guerra “La partita di Ravenna 2019, oltre ai costi del personale già riportati sulla stampa è in buona parte sostenuta dalle donazioni di Enti e di Fondazioni locali le quali sono riversate su questo progetto ed evidentemente rese indisponibili per altre iniziative cittadine. Nel solo 2012 sono stati utilizzati 453mila Euro di contributi fra i quali cito i 79mila Euro spesi per il treno di Ravenna Express 2019 che lo scorso ottobre ha toccato diverse città della Romagna. Iniziativa a mio avviso volatile se non propagandistica, giustificata per ottenere consensi sulla candidatura di Ravenna dai nostri vicini i quali si erano già favorevolmente espressi da tempo. Ricordo ancora i 55mila Euro destinati alle proiezioni cinematografiche 5 tracce + effetti collaterali svoltesi lo scorso luglio in Piazza del Popolo e i 23mila Euro di costi dell’ufficio stampa per il periodo 1/3/2012 – 31/12/2013”.

“Precisato che, senza false ipocrisie, condivido appieno la candidatura per il 2019, vorrei però introdurre alcuni concetti fondamentali. Sui costi del personale già affrontati a mezzo stampa ritengo sia giusto esprimersi in base ai risultati ottenuti, e in tal senso dovrebbero introdursi obbiettivi intermedi, da qui al 2019, per giudicare correttamente i responsabili, così come farebbe qualsiasi organizzazione privata chiamata a “combattere” giornalmente con la crisi e i costi.  Per il 2013 il Comune aggiungerà 100mila Euro oltre ai costi del personale, e sono attesi oltre 550mila Euro di contributi da Enti e Fondazioni. E’ quindi indispensabile che l’Amministrazione si interroghi sulla volatilità di talune iniziative. Le risorse devono essere destinate ad interventi meno “volatili” e festaioli. Ciò anche perché nella malaugurata ipotesi che non raggiungessimo l’obbiettivo, le tante risorse reperite abbiano almeno contribuito a creare qualche miglioramento concreto della nostra città. Un esempio? Includendo nel percorso di Ravenna 2019 la realizzazione di servizi igienici pubblici, strutturalmente e architettonicamente idonei alla città. Oppure migliorare la cartellonistica legata ai percorsi turistici nel centro storico. Lo scorso novembre, ho chiesto al Sindaco, che ha accettato come riportano i verbali depositati, di presentare in Commissione Cultura, a cadenza almeno annuale, il lavoro programmato, il budget preventivo e quello consuntivo per ogni annualità. Spero che se ne ricordi”.