L’uomo viaggiava a bordo di un treno nella tratta ‘Bologna-Ravenna’

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno arrestato, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, T.P.M., classe 1974, di nazionalità cubana, pregiudicato.
L’uomo, infatti, si trovava a bordo di un treno Bologna-Ravenna sprovvisto di regolare biglietto quando, sottoposto a controllo da parte del capotreno, ha reagito in maniera violenta.
Una volta giunti presso la stazione ferroviaria di Russi, la discussione verbale è però sfociata in un’aggressione fisica: l’uomo ha infatti aggredito il malcapitato capotreno, che, a causa delle percosse e degli spintoni ricevuti, è caduto a terra riportando lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.
Allertati dalla Centrale operativa del Comando Provinciale, sono giunti sul posto i Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Ravenna e personale della Stazione Carabinieri di Russi che, grazie alle descrizioni ricevute, hanno individuato l’aggressore.
Quest’ultimo, stante la qualità di pubblico ufficiale rivestita dal capotreno, è stato arrestato dai militari della Stazione di Russi per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e successivamente condotto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Ravenna in attesa del giudizio direttissimo, in ottemperanza a quanto stabilito dall’Autorità giudiziaria.