Il blitz dei Carabinieri al locale Igingini

Multa per il locale Igingini, la discoteca inaugurata recentemente nel centro di Ravenna. La scorsa notte poco dopo le 3, i Carabinieri si sono recati nella struttura per la verifica del rispetto delle prescrizioni alle autorizzazioni da parte dei gestori del locale.
La discoteca, in deroga all’ordinanza sindacale “disciplina comunale degli orari di apertura e di chiusura delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e delle attività di spettacolo musicale” era stato autorizzato temporaneamente, fino al 31 marzo, a prorogare l’orario di apertura fino alle 3 nelle serate di mercoledì, venerdì e sabato.
Ma quando sono giunti i Carabinieri il locale era ancora pieno di clienti, in numero stimato superiore alle 200 persone, mentre non era ancora cessata la somministrazione di bevande alcoliche.

“Questo – spiegano i Carabinieri – è quanto è stato contestato al rappresentante legale del locale che per queste ragioni sarà contravvenzionato.
Sarà, inoltre, inviata al Comune di Ravenna una richiesta di chiarimenti circa la permanenza dei requisiti posti alla base dell’autorizzazione in deroga all’ordinanza sindacale, poiché appare eccessivo e gravemente pregiudizievole delle condizioni di sicurezza la permanenza nel locale di oltre 200 persone anche in considerazione che diversamente da quanto pubblicizzato il locale Igingini non gode di autorizzazioni che consentano l’attività di ballo, bensì solo di quelle per dare audizioni musicali e somministrare alimenti e bevande. In altre parole il locale non è una discoteca ed un eccessivo afflusso di clienti può costituire atto contrario alla licenza di polizia”.