Prima nasconde la targa con un piede poi si spaccia per suo fratello

Gli era stato intimato l’alt per un controllo, ma ha scartato la pattuglia dandosi alla fuga e coprendo la targa dello scooter con un piede. Il fatto è accaduto nella tarda mattinata del 17 agosto a Marina di Ravenna, nell’incrocio tra via Menotti e via delle Nazioni.

All’atto del controllo da parte della Polizia Stradale il conducente non appariva sobrio e dichiarava di non avere la patente al seguito. Prima ha fornito dunque generalità false (indicando quelle del fratello) e poi, non reggendo alle contestate contraddizioni nell’identificarsi, ha fornito l’esatta identità.
E’ così emerso che lo scooterista era già stato colpito dal provvedimento di sospensione della patente del Prefetto di Bologna. Tra i tanti reati commessi, dalle false dichiarazioni sull’identità personale e alla sostituzione di persona, all’occultamento della targa, vanno aggiunti 5 verbali per violazioni al codice della strada, tra questi, la contestata guida di un motoveicolo sprovvisto di “Revisione”.

Dopo i rilievi foto dattiloscopici, operati presso il gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, è stato rilasciato e deferito all’Autorità Giudiziaria.

La Stradale di Ravenna, nelle giornate dal 14 al 18 agosto ha impiegato 39 pattuglie per le vigilanza stradale ed autostradale, infatti 29 pattuglie hanno operato sulle statali della provincia con particolare riguardo alla SS.16, alla SS. 309, SS. 309 dir. ed E45 e 10 pattuglie sulla A14 e A14bis.

In totale sono stati 60 i soccorsi prestati a veicoli in difficoltà, 246 i veicoli controllati, 52 i verbali redatti, 5 le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza (1 sequestro auto ai fini confisca) ed infine 77 i punti patente decurtati.

Gli incidenti rilevati sono stati 14 di cui 2 con 2 feriti.